Un programma di grande interesse culturale e naturalistico che visita l’antica capitale Kandy dove, la sera del 10 agosto  prederemo parte, allo straordinario Festival di Esala Perahera che si svolge quest’anno dal 5 al 15 Agosto. Il viaggio si snoda  attraversando paesaggi naturali e località di bellezza incantevole, fra parchi naturali e dolci declivi dove creescono rigogliose piantagioni di thé senza trascurare i siti archeologici più importanti del Paese, quali la rocca di Sigyira, Dambulla con le sue meravigliose grotte e Polannaruwa. E l’antica capitale, Kandy.Safari nel Parco Nazionale di Wasgamuwa. Il percorso prevede un approccio con le antiche popolazioni Vedda, custodi di antiche tradizioni. Guida in italiano. Mezza pensione.

1° Giorno 31 luglio: ARRIVO a COLOMBO- NEGOMBO ( 32 km. ca 45 min.)
Arrivo all’aeroporto internazionale di Colombo, disbrigo formalità di sbarco, incontro e benvenuto da parte del ns agente locale e e trasferimento a Negombo.  Camere a disposizione dalle ore 14:00-Pranzo libero. Nel pomeriggio effettuerete un’escursione nei canali detti Muthurajawela Marshes , a sud di Negombo.La riserva copra una superficie di 60000 ettari, inclusa la laguna di Negombo. Viene considerata una delle zone umide più importanti dell’Asia. In canali sono circondati da una fitta rete di mangrovie. Potrete osservare inoltre molte specie di uccelli, molte della quali autoctone. Vedrete inoltre coccodrilli e il pitone dello Sri Lanka.

In seguito panoramica della città di Negombo, la più grande dopo Colombo.
Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

 

2° Giorno 1 agosto: NEGOMBO-ANURADHAPURA ( 170 km, 3.35 min ca )
Prima colazione e partenza per Anuradhapura. All’arrivo visita della cittadella sacra di Anuradaphura.  Fu  prima capitale di Sri Lanka, fondata nel 4° secolo prima di Cristo. Secondo il Mahavamsa, la cronistoria singalese buddista, la città era un modello di pianificazione. Vi erano recinti per i cacciatori e per gli addetti alla pulizia ed anche per gli eretici ed i forestieri. C’erano ostelli ed ospedali, cimiteri per le alte caste e quelli per le basse. L’erogazione dell’acqua veniva poi assicurata attraverso grandi cisterne. Era una delle principali città dell’Asia e del mondo intero.

Anuradhapura fu capitale per seicento anni. Con l’accrescersi di guerre fratricide per la successione al trono, essa diventò molto più vulnerabile alle pressioni dell’espansionismo politico degli Indiani del Sud.

Un risultato più pratico della diffusione della sua fama fu l’unificazione, attraverso la lealtà alla religione nazionale delle diverse colonie singalesi.

Intorno allo stesso periodo ebbero inizio le invasioni dravidiche, che si rovesciarono sull’isola, ondate dopo ondate, per circa millecinquecento anni.

Pur assorbendo in gran parte cultura e popolo indù che queste invasioni lasciarono indietro, il paese rimase sempre uno Stato Buddista.

Sotto la pressione dravidica, tuttavia, la capitale, che era rimasta in Anuradhapura fino al decimo secolo d.C., dovette essere cambiata molte volte

successivamente: prima a Polonnaruwa, la rocciosa foresta nelle vicinanze di Kurunegala, poi a Kotte, nelle vicinanze di Colombo, ed infine sulle montagne kandyane, dove il regno singalese rimase fino al suo totale annientamento.

L’ antica città, che è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, ricopre un’area di oltre 40 km2 , ed è uno dei principali siti archeologici del mondo.

Visita  dell’’albero sacro Sri Maha Bodhi, il bianco Ruvanvelisaya Dagoba circondato da un bel parco pieno di verde, il Thuparama Dagoba ( il Dagoba più antico dello Sri Lanka) , l’imponente Abhayagiri Dagoba il cui monastero ospitava 5000 monaci, il Mahasena’s Palace che contiene la pietra di luna scolpita più bella di tutto lo Sri Lanka, il monastero di Ratnaprasada ( Palazzo delle Gemme) i cui monaci offrivano rifugio alle persone che erano nei guai con le autorità, il Palazzo Reale, le due vasche gemelle Kuttam Pokuna, il Jetavanarama Dagoba con la sua immensa cupola, il gigantesco Mirisavatiya Dagoba, i vasti Giardini Reali che occupano 14 ettari e contengono 2 laghetti, il Tempio rupestre di Isurumuniya Vihara ed il Museo Archeologico

Pranzo libero in corso d’escursione. Dopo la giornata di visite sistemazione in hotel a Anuradhapura. Cena e pernottamento.

 

3° Giorno 2 agosto: ANURADHAPURA – MIHINTALE- TRINCOLMALEE  ( 100 km, ca 2 ore )
Prima colazione e proseguimento per Mihintale. Visita del sito archeologico e della grande statua di Buddha. Proseguimento per Trincomalee. Arrivo e sistemazione in hotel. Pranzo libero. Tempo da dedicare al relax o alle attività balneari. Cena e pernottamento in hotel.

 

4° Giorno 3 agosto: TRINCOMALEE
Prima colazione. Tempo da dedicare alle attività balneari a al relax. Pranzo libero. Nel tardo pomeriggio visita del tempio induista di  Koneswaram, un  tempio di epoca medievale  dedicato al Signore Venkateswarauna delle incarnazioni del dio Vishnu, che si crede sia apparso qui per salvare l’umanità dalle prove e difficoltà inerenti all’epoca storica del Kali Yuga. Il tempio è costruito in architettura dravidica e si crede possa esser stato costruito in un periodo di tempo a partire dal 300 d.C.. E’ meta di molti pellegrinaggi di fedeli induisti. Dopo la visita rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

 

5° Giorno 4 agosto: TRINCOMALEE –POLONNARUWA-SIGIRIYA ( 160 km, 2 ore ca )
Prima colazione e partenza alla volta di Sigiriya. Lungo il percorso visita al sito di Pollanaruwa, la capitale medievale dello Sri Lanka del XII sec, patrimonio dell’UNESCO, con le sue famosissime statue di Buddha. Fu dichiarata capitale dal re Vijayabahu I, che sconfisse gli invasori Chola nel 1070e riunì il regno sotto il suo dominio. La vittoria di Vijayabahu I e lo spostamento della capitale a Polonnaruwa sono considerati momenti storicamente significativi; tuttavia, l’eroe di Polonnaruwa che assurse alla notorietà ed ai libri di storia è suo nipote, Parakramabahu I.

Il regno di Parakramabahu è considerato l’età d’oro di Polonnaruwa: sotto il suo regno fiorirono l’agricoltura ed i commerci, grazie anche alla realizzazione di avanzati bacini di irrigazione delle terre, tesi a non sprecare neanche una goccia dell’acqua piovana. Tali bacini, ancora oggi, forniscono l’acqua per le coltivazioni a terrazza dell’est di Sri Lanka. Grazie a tali bacini, il regno di Polonnaruwa fu completamente autosufficiente durante il regno di Parakramabahu.

Il maggiore di questi bacini è il Parakrama Samudraya, o “mare di Parakrama”, ampio al punto da essere spesso confuso con l’oceano, dato che, a causa della sua ampiezza, da una delle rive è impossibile vedere quella opposta.

Il regno terminò con l’invasione di Arya Chakrawarthi nel 1284, che forzò lo spostamento della capitale a Dambadeniya. L’antica Polonnaruwa oggi è uno dei siti archeologici meglio conservati di Sri Lanka ed è stata inserita nel 1982 tra i patrimonio dell’umanità riconosciuti dall’UNESCO.

Pranzo libero lungo il percorso. Proseguimento per Sigiriya. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

6° Giorno 5 agosto: SIGIRIYA -DAMBULLA
Prima colazione e salita alla famosa Rocca. Sigiriya, considerata da alcuni l’ottava meraviglia del mondo, è composta da un antico castello eretto da re Kasyapa nel quinto secolo.

Il sito archeologico di Sigiriya contiene i resti del palazzo maggiore costruito sulla sommità piatta della collina, una terrazza di medio livello che comprende la Porta dei Leoni ed un muro con affreschi, il palazzo secondario che si arrampica sui pendii sotto la roccia, ed i fossati, le mura ed i giardini che si estendono per centinaia di metri oltre il bordo della roccia.Il sito fungeva sia da palazzo sia da fortezza. I ruderi rimasti sono sufficienti per permettere ai turisti di restare stupefatti della semplicità ed allo stesso tempo della creatività dei suoi architetti

In seguito visita al villaggio di Habarana dove avrete la possibilità di vedere da vicino la vita tradizionale della campagne cingalesi. Potrete anche assistere alla preparazione di alcuni piatti tradizionali ed assaggiare il pregiato thé di Ceylon Pranzo incluso. A scelta possibilità di effettuare un’escursione in canoa sul lago

In seguito visita  di Dambulla per la vedere le straordinarie grotte affrescate.

È il tempio di roccia meglio conservato dello Sri Lanka. Le torri di 160 metri sovrastano le pianure circostanti. Vi sono oltre 80 grotte riconosciute nel circondario. Le principali attrazioni sono sparse in 5 diverse grotte, e comprendono statue e pitture. Quasi tutte queste opere si riferiscono al Buddha ed alla sua vita.

Rientro in hotel a Sigiriya per la cena ed il pernottamento.

7° Giorno 6 agosto: SIGIRIYA – MATHALE –WASGAMUWA ( 150 km, 3 ore ca )
Prima colazione e partenza per Mathale. Visita del giardino delle spezie  un’esperienza memorabile. Dall’antichità l’isola commercia spezie di massima qualità a livello internazionale.

Le colline fertili di Matale sono fitte di fiorenti piccole coltivazioni di spezie aromatiche (chiodi di garofano, cannella, cardamomo, macis, noce moscata, pepe, ecc.) in gran parte destinate all’esportazione. Il governo dello Sri Lanka è impegnato nell’attività di promozione e di diffusione della coltivazione delle spezie nei giardini. Passeggiando in questi luoghi in visita guidata, personale esperto educa alla conoscenza delle diverse spezie ed erbe benefiche: la coltivazione accurata nell’ambiente naturale, i metodi di trattamento, le proprietà curative, medicinali e cosmetiche ayurvediche. Pranzo libero. In seguito partenza per il Parco Nazionale di Wasgamuwa. Il Parco Nazionale è uno dei più interessanti dello Sri Lanka, con una grande popolazione di pachidermi e orsi selvatici. Jeep safari all’interno del parco. Al termine sistemazione in hotel.  Cena e pernottamento.

8° Giorno 7 agosto: WASGAMUWA
Prima colazione e partenza per Mahiyanganaya per visitare el bellissimo tempio Rajamaha Vihara. Forse è uno dei luoghi piu’ mistici dello Sri lanka costutito da una parte dedicata al culto buddista e una a quella induista. Il tempio è meta di moltissimi  pellegrini . del tempio . Sistemazione in hotel a Mahiyanganaya. Pranzo libero.  Tempo libero per il relax o per partecipare ad una delle tante attività ecosostenibili organizzate dal vs resort. Cena e pernottamento.

 

9° Giorno 8 agosto: MAHINYANGANAYA

Prima colazione e partenza per la visita del villaggio dove vivono le popolazioni Vedda. Si tratta dei discendenti della comunità neolitica che abitava nell’isola dell’Oceano Indiano circa 18.000 anni fa. A causa delle continue invasioni provenienti dall’India, i vedda sono stati costretti a vivere nelle foreste e proprio per questo molti sono stati assimilati dai tamil e dai singalesi. Oggi solo una piccola parte di loro conserva la cultura e le tradizioni originali. Una delle caratteristiche notevoli della religione dei Vedda è l’adorazione degli antenati morti, che sono chiamati Nae Yaku tra i Vedda che parlano singalese. Ci sono inoltre delle divinità peculiari dei Vedda, fra cui Kande Yakka. I Vedda sono un popolo ancestrale depositario della cultura e delle tradizioni più antiche, i cui membri vivono nella foresta quasi del tutto isolati dal mondo moderno.  Dediti alla caccia e alla raccolta, dotati di una propria lingua e animisti, con le continue invasioni dall’India i membri di questo gruppo sono stati costretti a trasferirsi nelle foreste. Nel tempo molti di loro sono stati “assimilati” dai tamil e dai singalesi, fondendo con essi le proprie tradizioni. Oggi le comunità che vivono nelle zone interne dello Sri Lanka praticano un culto che mescola animismo e buddismo, e animismo e induismo quelle della costa orientale.

In seguito visita del lago Sorabora, la grande riserva d’acqua costruita dorante il regno di Dutugemunu. La leggenda narra che fu il gigante Bulatha a costruirla.

Cena e pernottamento in hotel a Mahiyanganaya

 

10° Giorno 9 agosto: MAHIYANGANA – NUWARA ELIYA ( 95 km ca 2.30)

Prima colazione e partenza per Nuwara Eliya. Apprezzata stazione climatica fin dal periodo coloniale inglese, è al centro di estese piantagioni di tè. Il suo nome significa “Città della luce”. Nuwara Eliya è situata a 1,896 m. di quota sulle rive del lago Gregory ed è dominata dalla cima del monte Pidurutalagala, la più alta dell’isola.

È soprannominata “Little England” perché ricorda una tipica cittadina del Regno Unito. Gli edifici amministrativi sono in mattoni, le case private hanno spesso il tetto in legno e non mancano pubs, campi da golf e galoppatoi, svaghi preferiti dagli Inglesi allora come oggi. Le colline dei dintorni sono state terrazzate per accogliere colture di ortaggi tipiche dell’Europa mentre estese piantagioni forniscono le migliori qualità di té al mondo.Visita ad una piantagione e ad un centro di produzione di tè. Pranzo libero. Cena e pernottamento in hotel.
11° Giorno 10 agosto: NUWARA ELIYA – KANDY  ( 75 km. ca 3.30 in treno )
Prima colazione, trasferimento alla stazione e partenza in treno per Kandy.Il paesaggio che si percorre è spettacolare. Si attraverseranno alte colline, piantagioni di thè e verdissime risaie.

Arrivo a Kandy e sistemazione in hotel. Pranzo libero.

Nel pomeriggio  prenderemo parte alla grande Festa di Perahera. L’Esala Perahera dura 10 notti durante il plenilunio del mese di Esala e che quest’anno cade fra il 17 ed il 27 agosto. Proprio dal Tempio del Sacro Dente di Buddha, che custodisce la reliquia, parte ogni sera la processione dell’Esala Perahera, tra danzatori, giocolieri, musicisti ed elefanti riccamente adornati. Visitare il tempio è sempre un momento suggestivo, ma nel periodo della Perahera,  data la grandissima affluenza di tutto il popolo singalese verso la città di Kandy, diventa un’esperienza ancora più mistica, tra il fervore delle preghiere dei tantissimi pellegrini vestiti di bianco e la preparazione per la sera.

Gli elefanti vengono nutriti e lavati per tutta la giornata, le loro vesti poste in un’apposita area del tempio dove vengono purificate. L’Esala Perahera infatti è composta da cinque diverse Perahera. Noi vedremo   cioè la processione dei palanchini, una delle più belle di tutta la festa.

Le persone partecipano con grande emozione. Tutti, dagli anziani ai bambini, so estasiati d sono estasiati. Le grida di gioia e i rumori vengono sostituiti dal religioso silenzio quando a sfilare è il grande elefante che trasporta il contenitore del dente di Buddha. Il Festival è senz’altro a carattere religioso, ma è anche un’occasione sociale per gli abitanti che fanno festa, stringono nuove amicizie o ne rinnovano di antiche, in un’atmosfera unica e imperdibile.

Cena e pernottamento.

12° Giorno11 agosto: KANDY – COLOMBO ( 115 km, 3.30 ca )

Prima colazione e partenza per Colombo, la capitale dell’isola. Visita orientativa della città: l’antico Parlamento, la sala conferenze del Bandaranayake Memorial International, la Piazza dell’Indipendenza, il Municipio, il tempio buddhista Gangarama ed il Parco  Viharamahadevi. Dopo le visite sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

13° Giorno 12 agosto: COLOMBO-aeroporto- volo di rientro ( 32 km, 45 min ca )
In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo di rientro

 

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE MIN 6 PERSONE
IN CAMERA DOPPIA: 1350 EURO

SUPP. SINGOLA:  290 EURO
RIDUZIONE TRIPLA: 125 EURO

 

Supplemento obbligatorio a Kandy durante il Festival di Perahera 50 euro per persona

 

 

I VOSTRI HOTEL O SIMILARI

LocalitàHotelNo. nottiWeb
Negombo

1° Giorno

Pegasus Reef hotel- ****

Standard Room

01 

1.

www.pegasusreefhotel.com/

Anuradhapura

2° Giorno

Palm Garden hotel- ****Standard Room01

 

 

1.

www.palmgardenvillage.com/

Trincomalee

3° e 4° Giorno

Ananthamaa Beach hotel Standard Room****02www.anantamaa.com/
Sigiriya

Day 5° e 6° giorno

Elephas hotel- ***+Deluxe  Room02www.elephassigiriya.com/
Wasgamuwa

7° Giorno

Wild Safari Wasgamuwa

***

01lavendishsafari.com/

 

 

Mahiyanganaya 8° e 9° GiornoMapakada village****02https://mapakadavillage.lk/

 

 

Nuwaraeliya

10° Giorno

Hill Pride city hotel ***+

Deluxe

01www.hillpridecityhotel.com/
Kandy

11° Giorno

Hotel Topaz – ***+Deluxe Room01www.topaz.lk/

 

Colombo

12° Giorno

Pearl Grand Hotel **** Superior Deluxe 01 

1.

2.     pearlgrouphotels.com/

 

 

LA QUOTA COMPRENDE:

-sistemazione in camera doppia con prima colazione
-tutti i trasferimenti
-tour con mezzo privato
-la mezza pensione ( cena )
-guida  parlante italiano per tutta la durata del tour
-tutti gli ingressi ai siti, monumenti citati nel programma
-omaggio di arrivederci
-acqua minerale a bordo mezzo

LA QUOTA NON COMPRENDE

-Il volo dall’Italia
-il visto d’ingresso in Sri Lanka ottenibile con procedura on line
-i pasti non menzionati e le bevande ai pasti
-il facchinaggio e le mance al personale locale
-early check in e late check out
-tutto quanto non indicato alla voce: “ La quota comprende”