Un viaggio naturalistico spettacolare: la Mongolia. Terra di  una vastità immensa, che spazia dalle dune del deserto del Gobi a laghi, foreste e pinete. Una terra indimenticabile dove i nomadi, i cavalli e la natura incontaminata sono i protagonisti  assoluti. Hotel a Ulaanbaatar, campi tendati ( ger ) nelle altre località. Viaggio condotto da Giancarlo Pagliero, orientalista. Un percorso veri intenditori

 

1° Giorno: ARRIVO a ULAANBAATAR
Arrivo all’aeroporto di Ulaanbaatar, disbrigo formalità d’ingresso nel Paese, incontro con ns agente a trasferimento in hotel. Tempo per il riposo o per una passeggiata nei dintorni. Pasti liberi. Pernottamento

 

2° Giorno: ULAANBAATAR – BAGA GAZYRN CHULUU ( 220 km, ca 4,30 )
Prima colazione e partenza alla volta di Baga Gazriin Chulu. Si tratta di una formazione montuosa dalla quale si ammira un paesaggio mozzafiato, di formazione granitica. Raggiungeremo il campo tendato nei pressi di  Baga Gazriin Chuluu verso l’ora di pranzo. Pranzo al campo. Nel pomeriggio esploreremo la zona circostante.

Cena e pernottamento in ger.

 

3° Giorno: BAGA GARYRN CHULUU –TSANGAAN SUVARGA  ( 200 km, ca 4 ore )
Prima colazione e partenza per  Tsagaan Suvarga.  Procederemo nell’affascinante steppa della zona mediana del Gobi. Arrivo al campo di ger, sistemazione e pranzo.

La zona di Tsagaan Suvarga è completamente erosa dal vento. 10 milioni di anni fa era occupata dal mare ed offre quindi  la possibilità di osservare una grande quantità di fossili e conchiglie . Questo è il luogo ideale per effettuare  un facile trekking e scattare numerose foto al panorama circostante.
Cena e pernottamento al campo.

 4° Giorno: YOL VALLEY ( Voulture’s Valley ) 180 km, ca 3,30
Prima colazione e proseguimento per la Valle di Yol, detta anche la Valle delle aquile e degli avvoltoi, situata nel Parco Nazionale. Il Parco fu creato per la conservazione delle diverse specie di uccelli endemici, ma è famosa oggi per i suoi bellissimi panorami. Trekking nel parco.
Sistemazione al campo. Pensione completa.

5° Giorno:  DUNE di SABBIA di KHONGOR ( 170 km, 4 ore ca )
Prima colazione e partenza per le più grandi dune di sabbia del deserto del Gobi, quelle di Khongor, alte quasi 300 m nel loro punto massimo. Arrivo al campo di ger, pranzo e relax in attesa che la temperatura cali. In seguito visiteremo una famiglia nomade che si dedica all’allevamento del  cavallo, ancora oggi il mezzo di trasporto più usato dalle popolazioni nomadi.

In seguito escursione in  cammello. Possibilità di effettuare una passeggiata sulle dune. Visita dell’Oasi di   Seruun Bulag near situata vicino al fiume Khongor e alle dune.

Salita alle cosiddette  Singing Dune, chiamate così perché il vento, al suo passaggio emette come un suono simile ad un canto. Dalla cima delle dune il paessaggio è straordinario. Rientro al campo di ger per la cena ed il pernottamento.

 

6° Giorno:  BAYANZGAAG ( 160 km, ca 4 ore )
Prima colazione e partenza per Bayanzag, per scoprire i resti delle uova dei dinosauri e di fossili.  Arrivo al campo di ger e pranzo.

L’esploratore americano Roy Chapman Andrews  ,  fu colui che per primo scoprì le uova di dinosauro nel 1920. L’area è anche nota per le sua formazioni rocciose di colore rosso, risultato dell’erosione dei venti. Si ritiene che i fossili risalgano a circa 200 milioni di anni.

Rientro al campo di ger. Cena e pernottamento.

7° Giorno:  BAYANZGAAG – ONGI MIDDLE GOBI ( 200 km, ca 3 ore )
Prima colazione e partenza per Ongi, verso la steppa mongola, lunga circa 80 km. Sistemazione presso il campo di ger nei pressi del monastero buddhista di Ongi. Il tempio era sede  di una prestigiosa università. Distrutto durante il periodo sovietico negli anni ’30, è stato poi restaurato dai monaci, oggi è sede di un piccolo interessante museo.

Cena e pernottamento al campo.

8° Giorno:  ONGI –KARAKORUM –MONATERO di ERDENE ZUU    ( 240 km, ca 5 ore )Prima colazione e partenza alla volta di Karakorum. Sistemazione al campo per il pranzo. La città fu la capitale del vasto impero mongolo e soprattutto uno dei fulcri commerciali dell’antica Via della Seta. Visita del piccolo museo e del magnifico tempio buddhista del complesso di Erdenezuu, costruito nel XVI sec.

Cena e pernottamento al campo.

9° Giorno: HUSTAI NATIONAL PARK ( 260 km. va 5 ore )
Prima colazione e partenza alla volta del Parco Nazionale di Hustai. Questa è la dimora dei cavalli selvaggi mongoli, conosciuti con il nome di  Perzevalski (takhi) .


Pranzo al campo tendato  Hustai Ger camp. In seguito visita del piccolo museo relativo allo stesso Parco Nazionale. E’ molto facile vedere  le marmotte e i cavalli al pascolo, specialmente prima del tramonto, quando scendono dalle montagne per abbeverarsi nei torrenti.

Cena e pernottamento al campo

10° Giorno: HUSTAI – ULAANBAATAR CITY TOUR ( 100 km. ca 2,30)
Prima colazione e rientro a Ulaanbaatarn. All’arrivo visita del monastero Gandan, il centro buddhista più grande della Mongolia, con la statua di  Migjid Janraisig alta 26 m. che svetta nella valle. Pranzo libero.

In seguito visita del Museo Nazionale della Mongolia. Il museo presenta la storia del Paese dalla preistoria ai giorni nostri. Visita della piazza Sukhbaatar, della Casa del Parlamento e della statua raffigurante il grande  Khans.  In seguito visita del Museo del Palazzo Bogd Khan, che fu la dimora dell’ultimo re della Mongolia

Per finire assisteremo ad uno spettacolo culturale “Wonders of Mongolia”  tenuto da una famosa orchestra, la Tumen-Ekh ensemble – che ha tenuto spettacoli in oltre 40 Paesi del mondo. Cena. Pernottamento in hotel

 

11° Giorno: ULAANBAATAR – volo di rientro
Prima colazione. Tempo libero fino al trasferimento in aeroporto per il volo di  rientro.

 

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE
IN CAMERA DOPPIA

BASE 6 PERSONE: 2370 EURO

 SUPPL SINGOLA: 380 EURO

 

LA QUOTA COMPRENDE:

-sistemazione in hotel a Ulaanbaatar 4 stelle 2 notti
-sistemazione in campo ger 8 notti
-tour come da programma
-tutti gli ingressi ai monumenti /siti
-guida in lingua inglese
-tutti i pasti menzionati nel programma
-tutti i trasferimenti
-cavalcata nella Valle di Orkhon 1 ora ca
– cammellata nel deserto del Gobi
-spettacolo culturale della Tumen Ekh Ensemble a Ulaanbaatar l’ultima sera
-acqua a bordo mezzo durante il tour
-tutte le tasse governative locali

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

-il volo dall’Italia
-il visto ottenibile in aeroporto a Ulaanbaatar
-early check in a late check out
-i pasti non menzionati
-le bevande ai pasti
-extra personali in genere
-.le mance al personale locale

NOTE IMPORTANTI

 Un viaggio in Mongolia è senza dubbio impegnativo, benché organizzato in tutti i dettagli.
Le strade che si percorrono sono spesso piste ed è inevitabile qualche scossone, nonostante si usino i mezzi migliori e più confortevoli. I pasti sono nutrienti, ma semplici. L’hotel a 4 stelle nella capitale non è paragonabile ad un albergo europeo della stessa categoria.E’ richiesto quindi un ottimo spirito di adattamento

 

E’ quindi bene sapere che:

-Solo il 20% delle strade in Mongolia è asfaltato. Questo significa che la quasi totalità del tour avverrà su pista, strade non asfaltate e deserto.

Le nostre auto sono Hyundai Starex CRDI e Van

Ford Transit, Toyota HiAce

-Gli autisti sono veramente esperti. Conoscono benissimo il percorso e le diverse località che toccheremo. Non parlano italiano e masticano qualche parola in inglese
-il campo di ger ha bagni e servizi igienici in comune in una zona separata del campo
-Le ger sono dotate di letti singoli con lenzuola e coperte, tavolino, tappeti e luce elettrica, che però è data da un generatore che di solito viene spento dopo le 22.30 e acceso al mattino verso le 7. Conviene portare una pila a torcia. La pulizia è garantita, così come la sicurezza, ma trattandosi di sistemazione in piena natura, è inevitabile qualche insetto. Sebbene non siano così abbondanti conviene sempre munirsi di repellente per insetti
-portare con sé medicinali di uso abituali e quelli che dovete assumere secondo pescrizione medica. Non ci sono farmacie se non nella capitale e la disponibilità di farmaci è scarsa.
-la sanità in Mongolia è estremamente basica. Esistono ospedali statali, non di certo paragonabili ai nostri, e anche strutture private a pagamento, ma solo nella capitale. Si raccomanda vivamente di intraprendere il viaggio SOLO SE IN OTTIME CONDIZIONI DI SALUTE PSICO FISICA.
Viaggio altamente sconsigliato a chi soffre di  cardiopatie, malattie respiratorie, problemi neurologici e/o psichiatrici.

 

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop