Un percorso che tocca i luoghi più cari del Paese. Templi e chiese antichissime, patrimonio dell’UNESCO, dove si respira la spiritualità autentica della gente, a stretto contatto con i costumi locali, per meglio comprendere gli usi, i costumi e la storia di questo popolo travagliato. Hotel 3 / 4 stelle. Mezzo privato, guide in italiano e accompagnatore specializzato nella persona del Sig. Giancarlo Pagliero, orientalista (per ragioni tecniche il Sig Pagliero potrebbe già trovarsi a Yerevan ). Partenza di gruppo min. 6 persone nelle date fisse indicate di Aprile ed Ottobre.

 

Giorno 1: Arrivo
Arrivo all’aeroporto Zvartnoc di Yerevan nelle prime ore del mattino. Incontro con la guida locale parlante in italiano e trasferimento in albergo. Camere subito disponibili. Tempo per il riposo.

 SPIRITUALITA’

2° Giorno: Yerevan – Echmiatsin – Zvartnots – Yerevan
Prima colazione. Partenza per Echmiadzin. Entrando in città si è accolti da un’antica chiesa del VII sec dedicata adi Santa Hripsime. La costruzione è conosciuta per la sua raffinata architettura nello stile classico armeno. In seguito visita  della Cattedrale, luogo spirituale per eccellenza posto  che mostra le particolarità artistiche della scuola armena. Oggi Echmiadzin è la Santa Sede del Catholicos, il cuore spirituale della Chiesa Apostolica Armena. Pranzo libero in corso di escursione. Visita alle rovine della Cattedrale di Zvartnots risalente al VII secolo. Ritorno a Yerevan. ). Cena di benvenuto in ristorante tradizionale. Pernottamento a Yerevan.

 

 

WINE-TASTING

3° Giorno:  Khor Virap – Areni – Noravank – Karahunj -Goris

Prima colazione. Partenza per la regione di Ararat per visitare il Monastero di Khor Virap. Dal Monastero si gode una splendida vista sul Monte Ararat.

 

Si prosegue per Areni, famosa per il suo vino, per una degustazione presso una delle cantine della zona. Partenza per la regione di Vayots Dzor dove si visita il meraviglioso complesso monastico di Novarank (12esimo/ 13esimo secolo) posto in una spettacolare posizione sull’orlo di un precipizio. Visita di Karahunji, sito archeologico costuito 3000 anni prima delle piramidi egiziane. Arrivo e Goris e sistemazione in hotel.Cena e pernottamento a Goris

 

4° Giorno: Goris – Tatev – Passo di Selim – Sevan – Dilijan

Prima colAzione. Parteza per la visita al monastero più bello in tutta l’Armenia, quello di Tatev (IX-XIIIsecoli). Un ex centro per le scienze e l’arte, dove secoli fa hanno vissuto e lavorato molti tra i più grandi armeni famosi. Il complesso Tatev si compone di tre chiese,un refettorio,una biblioteca  e alcune altre aree residenziali. Visita al caravanserraglio Selim.  Quest´ultimo assieme agli altri, fungevano da alloggio notturno per le carovane cariche per l´Europa e per l´Oriente.
Molti pensano che la Via della Seta sia solo una strada ma in realta´ esistevano tante vie che collegavano l´Oriente con l´Occidente: alcune via terra, alcune via mare. Questi collegamenti si incrociavano in Armenia e oltre a collegare l´oriente con l´occidente, univano anche il sud con il nord. Le vie piu´ utilizzate passavano per le vallate in vicinanza di fiumi e di laghi. I caravanserragli, dove trovavano alloggio i componenti delle carovane e i loro animali carichi, indicavano l´itinerario della Via della Seta dell´Armenia. Il caravanserraglio del passo di Selim e´ quello conservato meglio. In seguito visita al Noraduz (cimitero dei Khachkar) e al Monastero Sevanavank. Cena e pernottamento in  hotel a Dilijan

PARTIMONIO DELL’UNESCO

5° Giorno: Dilijan – Akhtala – Haghpat –Yerevan 

Prima colazione. Visita a Dilijan. Panoramica della città e visita della vecchia Sharamberyan, considerata simbolo de “La vecchia Dilijian”, ancora oggi un luogo affascinante con le sue officine artigianali, i piccoli negozi che hanno in esposizione oggetti tradizionali armeni e souvenir, il museo, che presenta una casa del XIX secolo arredata con mobili locali. Partenza per il monastero fortificato di Akhtala, una sorpresa inspettata per i visitatori. I meravigliosi affreschi allietano l’architettura semplice ma austera.

I colori sono bellissimi, le figure e le scene affrescate lasciano stupefatti.  Visita al convento e al monastero di Haghpat ( Patrimonio Mondiale dell’UNESCO). Il monastero di Haghpat è stato uno dei più grandi centri religiosi, culturali ed educativi di Armenia medievale. Rietro a Yerevn. Cena in ristorante tradizionale. Pernottamento a Yerevan

YEREVAN ED I SUOI MUSEI

Giorno 6: Yerevan /tour della città/

Colazione. Inizio della visita della capitale armena definita la “città rosa” per il colore delle pietre, ma anche dal riflesso della luce proveniente dai picchi innevati del Monte Ararat al sorgere del sole. Sosta nella piazza della Repubblica, Mashtotc Avenue, l’Opera, sosta e visita al parco “Cascad” e di seguito tour panoramico della città. Visita al museo di Matenadaran e museo di Storia. Infine sosta al Memoriale del Genocidio sulla collina di Tsitsernakaberd. Visita alla fabbrica di brandy ‘‘Ararat’. Cena nel ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

 

TOUR gastronomico

7° Giorno: Garni  – Geghard – alla scoperta della cucina armena

Prima colazione. Partenza per Garni (a circa 30 km. da Yerevan) e visita di questo centro di cultura ellenistica e romana ed antica residenza dei reali armeni della Dinastia Arshakuni; si visiteranno il Tempio dedicato al Dio Sole, i resti della muraglia del terzo secolo a.C. e le Terme Romane. Proseguimento per il Monastero di Geghard chiamato con il nome della lancia che trafisse il corpo di Cristo, ubicato in un profondo canyon molto spettacolare: per metà costruito dentro la roccia, risale, secondo la tradizione, al IV secolo.

 

In seguito visita a una casa locale dove potete avere l’opportunità di  partecipare alla preparazione del pane armeno, il  Lavash. Si tratta di un pane molto sottile, di solito venduto in forme molto grandi. Di solito viene cotto in un forno sotto terra, detto ‘‘tonir’’ e preparazione del Khorovats, il tipico barbeque armeno.  Rientro a Yerevan. Visita alla fabbrica dei tappeti “Megeryan”. In Armenia la lavorazione dei tappeti ha sempre occupato un posto importante tra i mestieri tradizionali. Questo sicuramente favorito dalla presenza sul territorio delle materie prime, la lana, innanzi tutto. A tale proposito una curiosità: nella lingua armena i diversi tipi di lana assumono denominazioni diverse e specifiche, ad indicare l´importanza che questo prodotto ha sempre avuto nella vita degli armeni. Altri materiali fondamentali reperibili sul posto erano anche il cotone e la seta che, assieme alla lana, venivano trattati con coloranti naturali di origine minerale, vegetale e animale.
Il mercato del tappeto si è sviluppato verso diversi paesi europei a partire dal XVII sec.; a Venezia tale commercio fu particolarmente intenso e le nobili e ricche famiglie della Serenissima consideravano il possesso e lo sfoggio dei tappeti armeni nelle proprie dimore una sorta di status symbol irrinunciabile. Molti quadri dell´epoca, ritraenti gli interni dei palazzi veneziani, lasciano infatti intravedere la presenza di tappeti armeni.
I tappeti armeni antichi, tradizionalmente caratterizzati da nodi fittissimi, sono esposti in diversi musei nel mondo.  Pernottamento in albergo.

 8° Giorno:volo di rientro

All’ora convenuta trasferimento in aeroporto e volo di rientro

 

 

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE

In camera doppia:

min 6 persone:  870 euro
min 8 persone:  745 euro

suppl. singola: 160 euro

Hotel del circuito o similari

Yerevan – 4* Imperial Palace o simili

Dilijan – 3* sup. Haghartsin

Goris – 3* sup. Mina o simili

 

LA QUOTA COMPRENDE :

  • Sistemazione in  camera doppia base
  • mezzo privato per tutta la durata del tour
  • Guida parlante italiano;
    . Accompagnatore dall’Italia. Sig. Giancarlo Pagliero
  • Tutti i trasferimenti;
  • Mezza pensione
  • Tutte le escursioni e ingressi ai monumenti come indicato nel programma;
  • Una bottiglia di acqua al giorno per persona.

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • volo dall’Italia
    Assicurazione di viaggio facoltativa;
  • Bevande alcoliche;
  • mance al personale locale

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop


Effettuando l'invio di questa richiesta si intende accettata la nostra informativa sulla privacy