Un viaggio veramente completo in uno dei Paesi più affascinanti dell’Asia Centrale, l’Uzbekistan.Il percorso tocca le città più note lungo la Via della Seta ad alcune località meno note, ma di grande fascino e bellezza: Kokanda, Fergana, Margilan, il lago Aydarku, il deserto Kyzyl Kum con un pernottamento in campo di yurte. E naturalmente l’incanto di Khiva, Bukhara e Samarcanda. Un percorso per intenditori. Guide  in italiano. Hotel 3 /4 stelle. Pensione completa. Viaggio condotto da Giancarlo Pagliero avente funzione di guida storica

 

1° Giorno ITALIA– TASHKENT
Partenza individuale per Tashkent. Pasti a bordo

2° Giorno: TASHKENT
Arrivo la mattina presto  all’aeroporto internazionale di Tashkent. Disbrigo d’ingresso e incontro con la guida locale parlante italiano. Trasferimento in albergo e sistemazione. Camere subito a disposizione.

Dopo il riposo e la prima colazione  e visita della capitale, che è anche la città più grande dell’Uzbekistan. Visita della vecchia parte di Tashkent che include il complessp i  il Khast-Imam dove si trova il prezioso Corano di Califfo  Ottomano. Visita della Madrassa di Barak-Khan, della moschea Tilya-Sheykh e del Mausoleo San Kaffal Shashi e  dell’istituto di i Imam al-Bukhari.

Pranzo incluso in ristorante locale.

In seguito visita del Chorsu Bazaar, un  tipico mercato centro asiatico. La giornata termina con la visita alla metropolitana di Tashkent,l’unica città dell’Asia centrale ad avere una metropolitana la cui costruzione risale agli ’70 e vi hanno partecipato i migliori artisti ed architetti uzbeki .Le 32 stazioni esistenti rappresentano ciascuna un’opera d’arte ed ognuna è dedicata ad un tema specifico,come quella del cotone con scene di vita nei campi o quella degli astronauti decorata da dischi di ceramica con la raffigurazione di cosmonauti.E’ considerata una delle più belle al mondo. Visita delle stazioni di Amir Timur (Tamerlano) e della  stazione di Piazza di Indipendenza, fra le più celebri e rappresentative. Cena in ristorante. Pernottamento.

 

3° Giorno – TASHKENT – KOKANDA – FERGANA
Prima colazione in hotel quindi prtenza per la Valle di Fergana  (320 km ).  Prima sosta Kokanda per la visita del Palazzo di Khudoyar-Khan, la Moschea Jami, la Madrassa Kamol-Kazy e quella di Norbut-biy. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per a Fergana  e visita del parco di Akhmad Al-Fergani. Sistemazione in hotel. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

 

4° Giorno – FERGANA- MARGILAN – RISHTAN – TASHKENT
Prima colazione e partenza per Margilan. Visita  della Madrassa Said Akhmad-Khoja. La Madrassa di Margilan, un tempo scuola coranica, è oggi una  casa per un grande numero dei artigiani che producono i tappeti prodotto di seta  fatti a mano. Effettueremo una passeggiata al mercato tradizionale e alla fabbrica di seta “Yodgorlik” per osservare il processo di produzione della seta con i disegni tradizionali.

Trasferimento a Rishtan per visitare la casa di un famoso maestro della  ceramica, Rustam Usmanov. I suoi lavori sono noti in in tutto il mondo.  Vista all’officina di ceramica a e al piccolo museo dedicato al maestro. Rientro a Tashkent.  Cena in ristorante e pernottamento.

 

5º Giorno.  TASHKENT –URGENCH- KHIVA
Prima colazione in hotel,  trasferimento in aeroporto e volo per Urgench, quindi  trasferimento a Khiva (36km), arrivo, sistemazione in hotel.

Visita della città – patrimonio mondiale del UNESCO, un vero museo a cielo aperto. Le visita, tutte a piedi, comprendono la Fortezza Itchan Kala, la cittadella Kunya Arca, del Palazzo Tash-Khovli, della Madrasah di Mukhammad Amini, di quella di Mukhammad Rahimkhan,  il Kalta Minor, la moschea Juma, il  Mausoleo de Pahlavan Makhmud, il Minareto di Islam-Khoja. Pranzo incluso.

Cena in un ristorante tradizionale. Pernottamento

6º Giorno.  KHIVA – BUKHARA
Prima colazione e partenza per Bukhara (480km, 7 ore con le soste ). Ripercorreremo parte del percorso che facevano le carovane della Via della Seta, attraversando il  deserto Kyzyl Kum. Prima di arrivare a Bukhara sosta per godere del bellissimo panorama del deserto e del fiume Amu Darya. Pranzo pic nic. Arrivo a Bukhara nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel.

Cena in ristorante e pernottamento

7º Giorno.  BUKHARA
Prima colazione e visita della città vecchia. Visita dell’insieme  del complesso Lyabi-Khauz: la Moschea Magoki-Attori, la Madrasah Chor-Minor e Miri-Arab, le case dei commercianti, il Minareto e la Moschea Kalyan, le Madrasah di Ulug Begh e Abdulazizkhan, La Fortezza d’Arca, la Moschea Bolo-Khauz, i mausolei di Ismail Samani e la Necropoli di Chashma-Ayub.

 

Cena in ristorante. Pernottamento.

8° Giorno – BUKHARA
Prima colazione e proseguimento delle visiste: la “Sitorai Mokhi Khosa”, la residenza estiva dell’ultimo emiro di Bukhara. Il Mausoleo di Bakhoudin Naqshbandi e  la Necropoli di Chor-Bakr. Pranzo incluso in ristorante. Tempo libero per una scoperta individuale ella città vecchia o per curiosare nelle diverse botteghe artigianali.

Cena in ristorante. Pernottamento.

 9º Giorno. BUKHARA – NURATA – YANGIGAZGAN CAMPO di YURTA
Prima colazione in hotel quindi partenza da Bukhara di mattina per il campo di yiurte situato nel deserto Kyzyl Kum (230 km, 4ore). Lungo il percorso visita ad una bella  moschea locale e al villaggio di Nurata. Pranzo incluso.  In seguito sosta per ammirare i petroglifi.  le pareti di basalto nero della gola levigati dal vento contengono oltre 4.000 petroglifi (antiche immagini sulla roccia). Non ci sono molti posti sulla terra con una tale concentrazione di antichi disegni su una zona così circoscritta .

 

Le prime immagini risalgono all’età della pietra. Arrivo al Safari Yurt Camp. Sistemazione in yurta. In seguito escursione a dorso di cammello nel deserto.  Cena la campo. Serata attorno  al fuoco in una tipica l’atmosfera dell’Asia  Centrale antica, in ascolto dei canti tradizionali intonate da un  Akyn ( cantante nomade).

Pernottamento in yurta.

10º Giorno. YANGIGAZGAN CAMPO IURTA – LAGO AYDARKUL – SAMARCANDA

Prima colazione.  Posibilità di effettuare un safari sulla groppa del cammello della durata di ca 10 km ( facoltativo, ma incluso nel prezzo )- In seguito trasferimento  al lago Aydarkul. L’area del lago è di 3000 km quadrati, la lunghezza circa 250 km e la larghezza da 8 a 15 km.  Pranzo incluso.

In seguito partenza per Samarcanda. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena in ristorante. Pernottamento.

11º Giorno. SAMARCANDA
Prima colazione e visita della città: il Mausoleo Gur Emir, la tomba di grande Amir Temur (Tamerlano) e della dinastia dei Temuridi, che hanno regnato nell’Asia Centrale fra il XIV e il XVI sec. e creato un impero immenso che comprendeva la  Persia, il Caucauso, l ‘India, tutto il mondo arabo, la Russia e l’impero Ottomano.

 

Visita della  Piazza di Reghistan, il posto che davvero merita la reputazione della perla d’Oriente, perla della Via di Seta, il cuore dell’Asia, anche chiamata Roma d’Oriente. L’insieme consiste di tre monumenti storici – la Madrasa  di Ulugbek (15 s.), la Madrasa di Sherdor e Tilla Kori (17s.). La Piazza Reghistan è riconosciuta dall’ UNESCO come patrimonio mondiale. Pranzo incluso.

Visita della  Moschea Bibi Khanum,costruita da Tamerlano alla fine del XIV sec. Bibi Khanum era la piu grande moschea in tutto il mondo musulmano. Durante la costruzione furono usati 99 elefanti portati dall’India.

Visita della Necropoli Shakhi-Zinda – “la citta dei morti”. La Necropoli fu creata nel VII secolo dopo la morte del cugino del profeta Muhammad, sepolto a Samarcanda.
In serata parteciperete alla preparazione del piatto nazionale uzbeco, il Palov.

Il plov (pulao o pilaf) è una specialità dell’Uzbekistan diffusa nella maggior parte dei Paesi dell’Asia centrale. In Russia, dove rappresenta la più comune preparazione a base di riso, i ristoranti uzbeki propongono spesso il plov tradizionale, servito in una padella capiente, simile al kadai. In molti lo preparano anche a casa, per delle occasioni speciali.

È ad Alessandro Magno che si deve uno dei più antichi riferimenti letterari al plov. Nel descrivere l’ospitalità riservatagli dai battriani, Alessandro racconta infatti che durante un banchetto reale organizzato in seguito alla sua cattura della capitale sodgiana Marakanda (l’attuale Samarcanda, in Uzbekistan), gli fu servito del plov. Si ritiene che furono i soldati del suo esercito a diffondere questo piatto in Macedonia.

Del plov, sul quale sono fiorite numerose leggende, esistono diversi tipi e varianti. In Uzbekistan, dove ogni regione ne ha messo a punto una versione particolare, il pilaf è presente a ogni festa e riunione familiare.

La principale differenza tra il plov uzbeko e le preparazioni analoghe è che il riso non viene cotto al vapore, bensì lasciato cuocere lentamente nellozirvak – un ricco intingolo a base di carne e verdure – sino a quando non ha assorbito tutto il liquido.

Pernottamento in hotel.

12° Giorno – SAMARCANDA
Prima colazione e proseguimento della visita della città: l’ Osservatorio di Ulugbek, che fu il secondo osservatorio nel mondo dopo quellaodi Ptolomeus. Il fondatore dell’osservatorio è stato il nipote di Amir Temur, Ulugbek, il grande astronomo e il re della dinastia dei temuridi nel XV secolo.

Visita alla fabbrica dei vini di Samarcanda con possibilità di degustazione delle vari tipi di vini unici nel loro  genere

Visita al teatro “El- Merosi con spettacolo”. Il teatro propone  spettacoli tradizionali  vestiti dei popoli dell’Asia Centrale ma anche delle varie epoche storiche prima e dopo Cristo fin’oggi.

Cena in ristorante. Pernottamento.

12° Giorno. SAMARCANDA-SHAKRI SABZ – SAMARCANDA (350 km)

Prima colazione e partenza per SHAKRI SABZ, città natale di Tamerlano:

visita del Palazzo bianco Ak Saray, residenza estiva di Tamerlano, del complesso Dorut-Saodat con il Mausoleo di Jakhongir, il complesso Dorut-Tillavat con il Mausoleo di Shamseddin Kulyal e la Moschea di Kok-Gumbaz. Pranzo incluso.

Rientro a Samarcanda, cena e pernottamento.

 14° Giorno SAMARCANDA – TASHKENT
Prima colazione. Visita del museo Afrasiab, della Tomba di San Daniele, della  moschea di Khazrati Khizr

Pranzo in ristorante. Proseguimento per Tashkent. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena d’arrivederci con spettacolo folkloristico. Pernottamento

15° Giorno: TASHKENT
Prima colazione e proseguimento delle visite : il teatro d’opera e balleto di Alisher Navoi,  costruito dall’ architetto sovietico Shusov, lo stesso che ha progettatoo il Mausoleo di Lenin a Mosca. Questo è una piccola versione di Bolshoi di Mosca e è il piu grande teatro d’opera dell’Asia Centrale.  Visita del parco di Amir Temur.

Pranzo incluso. In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo di rientro.

 

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE
Base  6 persone: 1670 euro
supplemento camera singola:  260 euro

La quota comprende

 Sistemazione x 13 notti in hotel 3 / 4 stelle  con prima colazione
volo Tashkent-Urgench

Tour come da programma con mezzo privato

Tutti gli ingressi ai siti e ai monumenti

Guide turistiche professionali in italiano
Accompagnatore nella persona del Sig. Giancarlo Pagliero per tutta la durata del tour

Lettera di sostegno di Visto in Uzbekistan (La lettera di invitazione con Numero Telescrivente dal MFA)

Pensione completa  con pranzi e cene in ristoranti tradizionali

Degustazione di vini a Samarcanda

Show “El Merosi” a Samarcanda
Mappa dell Uzbekistan

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

 Volo internazionale dall’Italia

Visto d’ingresso da richiedere ante partenza

Assicurazione personale per il momento di viaggio;

Bevande alcoliche ed extra personali in genere e mance al personale locale

I nostri mezzi:

Hyundai Starex

per 5-7 Persone