Un viaggio in Andalusia, nel Sud della Spagna, una zona del Paese che è stata incrocio di civiltà e razze e che conserva ancora oggi tradizioni antichissime e monumenti spettacolari e dal grande fascino. Visita di Malaga e del suo centro storico. Visita di Ronda, Jerez de la Frontera, Siviglia, Cordoba, Granada, delle splendide cittadine di Baeza e Ubeda e Jaen. Pullman privato, guide in italiano nelle diverse località, hotel centrali. Tutte le cene incluse. Serata con cena e spettacolo di autentico flamenco nel quartiere moresco a Granada, mini crociera sul fiume Duero a Siviglia e tapas tour a Jaen.
Viaggio condotto da Giancarlo Pagliero.

 

1° Giorno: ITALIA –MALAGA
Partenza dagli aeroporti italiani per Malaga. All’arrivo incontro con guida locale in italiano e visita panoramica della città. Malaga è una città portuale affacciata sulla Costa del Sol. Sopra la città moderna si trovano le due enormi fortezze locali risalenti al periodo della dominazione araba, l’Alcazaba e il castello di Gibralfaro, ormai in rovina. La maestosa cattedrale rinascimentale è soprannominata La Manquita (“la monchetta”) perché una delle sue torri è rimasta incompiuta. Sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

2° Giorno: Malaga –RONDA –JEREZ de la FRONTERA- SIVIGLIA ( 280 km.)
Prima colazione e partenza per Siviglia. La prima tappa del percorso sarà la città di Ronda.

La città, di origine celtica, è arroccata su di una gola profonda, chiamata “El tajo “, che separa  la città nuova, risalente al XV secolo circa, dalla città vecchia, in stile moresco. Sosta a Puente Nuevo, un ponte in pietra che attraversa la gola, dotato di un belvedere con vista mozzafiato.

Proseguimento verso Jerez de la Frontera.  .La parte antica della città circonda l’Alcázar de Jerez, una fortezza moresca fondata nell’XI secolo. La città è nota per la produzione di sherry, ormai famoso in tutto il mondo. Passeggiata in città per ammirare la Cattedrale di San Salvador, la chiesa di San Miguel e l’Alcarzar ( visite esterne ). In seguito proseguimento per Siviglia. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

3° Giorno: SIVIGLIA
Prima colazione, incontro con la guida in italiano e visita della città che comprende la splendida Cattedrale (ingresso incluso), terzo più importante tempio cristiano del mondo, un insieme armonioso di insolita bellezza, con la famosa Giralda (ingresso facoltativo), l’ antico minareto della Moschea , diventato poi il campanile della Cattedrale.

L’interno è impressionante data la grandiosità dell’edificio. Nella navata centrale dietro il coro spicca la Cappella Maggiore, chiusa da una magnifica inferriata in ferro dorato, all’interno della quale si trova l’immenso retablo della “Virgen de la Sede”, inserito nel libro dei Guinness dei primati dal 2005 per la sua immensa grandezza.  Visita della città antica e .passeggiata per il singolare quartiere di Santa Cruz, un labirinto di vicoli dai nomi pieni di leggenda, piazzette e bellissimi cortili in fiore. Il Barrio de Santa Cruz è uno dei quartieri più pittoreschi e famosi di Siviglia. Si trova in pieno centro ed è la zona della città che più di tutte ha mantenuto la sua struttura moresca. In seguito all’espulsione degli arabi, qui si installò la comunità ebraica, una delle più grandi di Spagna, ai tempi di Ferdinando III.

Il quartiere è un dedalo di viuzze strette e tranquille sulle quali si affacciano splendide abitazioni con facciate bianche e ocra. Il quartiere di Santa Cruz è stato l’ambientazione ideale di “Carmen”, l’opera di Georges Bizet e il luogo dove si sviluppò il mito di Don Carlo. Visita del parco di Maria Luisa e della Plaza de España.

Questi giardini, che all’inizio erano parte dei giardini privati del Palacio de San Telmo (Palazzo di San Telmo), furono donati nel 1893 da parte di Maria Luisa, duchessa di Montpensier, alla città. Si modificarono  moltissimo per l’Esposizione Iberoamericana del 1929, e per questo evento furono costruite da Aníbal González gli edifici espositivi, Plaza de España e Plaza de América, che costituirono una delle principali attrattive; furono inaugurate il 18 aprile del 1914, mentre i giardini furono progettati dall’ingegnere francese Jean-Claude Nicolas Forestier, che diede ai giardini un tocco romantico ispirato ai giardini del Generalife, dell’Alhambra e dell’Alcázar di Siviglia.

Pranzo libero in corso di escursione.
Nel pomeriggio escursione in battello sul fiume Duero per vedere gli angoli più interessanti della città da un’altra prospettiva. Tempo libero per visite individuali. Cena  e pernottamento in hotel


4° Giorno: SIVIGLIA-CORDOBA ( 135 km.)
Prima colazione e partenza per Cordoba, la terza città dell’Andalusia dopo Siviglia e Malaga. Durante l’epoca d’oro islamica, Cordova fu trasformata in un centro mondiale di istruzione e apprendimento, dando i natali a importanti filosofi e scienziati come Averroè, Ibn Hazm e Abu al-Qasi al-Zahrari, e divenne la città più grande d’Europa. Fu conquistata dal Regno di Castiglia tramite la Reconquista cristiana nel 1236. Nella città antica vi sono importanti resti architettonici di quando Cordova era la prospera capitale dell’emiro di al-Andalus, poi trasformatosi in Califfato fino alla sua caduta alla fine del terzo decennio dell’XI secolo. Visita guidata dove si potrà ammirare la Mezquita-Catedral, l’ antica Moschea araba, una delle più belle opere d’arte islamica  in Spagna, trasformata in  seguito in Cattedrale (ingresso incluso).

 

 

Visita all’antico quartiere ebraico della Juderia con le sue viuzze caratteristiche e la Sinagoga. Caratteristici della città sono i cosiddetti cortili andalusi, uno spazio aperto centrale nelle case della corte di Al-Andalus. È stata a lungo consuetudine decorare case e palazzi con ampi spazi aperti e giardini dominati da fiori profumati, fontane, canali, pozzi, affreschi  con scene scene mitologiche e medaglioni di marmo  l’intento di rappresentare il Giardino del paradiso come immaginato dagli architetti classici e musulmani. Di grande impatto scenico è anche il ponte romano sul fiume Guadalquivir.

 

Il ponte è stato costruito dai romani nei primi anni del I secolo a.C., forse in sostituzione di uno precedente in legno, e per due millenni è stato l’unico ponte cittadino. Restaurato e rinnovato più volte, oggi ha 16 arcate, è lungo 247 metri e largo circa 9 metri. È esclusivamente pedonale dal 2004. Fa parte del centro storico di Cordova, che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1984. Pranzo libero. Tempo libero per visite individuali . Cena e pernottamento in hotel.

  5° Giorno:  CORDOBA – BAEZA-UBEDA-GRANADA ( 292km)
Prima colazione e partenza per Granada. Lungo il percorso prima sosta a Baeza. La cittadina è associata dall’UNESCO a Úbeda come patrimonio dell’umanità per avere saputo entrambe conservare le caratteristiche di centri rinascimentali che si rifanno all’Umanesimo e Rinascimento italiano.  È circondata da una vasta pianura coltivata a ulivi.

 

La cittadina è caratterizzata da un labirinto di vie e vicoli dove si trovano chiese, palazzi e piazze, come dipinte in un mare di case bianche. Passeggiata nel centro storico deve si trovano la cattedrale della Natività di Nuestra Señora, l’ Università di Baez,la chiesa di  Santa Cruz, la chiesa di San Paolo, il palazzo Jabalquinto Palace, piazza di Apagna e piazza della Costutizione. Qui si incontrarono per la prima volta i due grandi poeti della letteratura spagnola: Antonio Machado e Federico García Lorca.

Machado  insegnava presso l’Università di Baeza, dove pubblicò le sue “Poesie complete” e  qui conobbe un Federico Garcia Lorca, che allora era un giovane studente.

Proseguimento per  Ubeda dove vedremo la Piazza Vázquez de Molin, circondata dai palazzo rinascimentali e l’Ospedale di Santiago, oggi il palazzo municipale ed il centro storico. Pranzo libero in corso di escursione.
Proseguimento per Granada. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena  e pernottamento.

6° Giorno: GRANADA
Prima colazione, incontro con la guida parlante italiano e visita della città. Granada è famosa per i grandiosi esempi di architettura medievale che risalgono al periodo della dominazione araba  di cui l’Alhambra è il più conosciuto.

 

Questo complesso fortificato, che si estende sulla cima di una collina, comprende palazzi reali, splendidi patii interni e specchi d’acqua risalenti alla dinastia Nasride, oltre alle fontane e ai frutteti dei giardini del Jannat al-Arif , chiamato Generalife (ingressi inclusi) e formano un complesso unico al mondo.

Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per proseguire le visite con il vostro accompagnatore o per lo shopping.  El Albacin, il quartiere medievale moresco della città, oggi è un centro bohémien dove vivono scrittori e artisti, con strade tortuose e lastricate che portano al Mirador de San Nicolás, dal quale è possibile ammirare l’Alhambra.

La zona è ricca di tapas bar e caffè incastonati tra case bianche, mentre Plaza Larga ospita bancarelle animate e ristoranti con tavoli all’aperto. Le ex case del pittore Max Moreau e del compositore Manuel de Falla sono state trasformate in famosi musei.

Cena mediterranea con spettacolo di autentico flamenco. Rientro in hotel e pernottamento

7° Giorno:  GRANADA – JAEN ( 94km ) -GRANADA
Prima colazione e partenza per la città di Jaen, al Sud del Paese. La provincia di Jaén è famosa per essere la prima produttrice di olio d’oliva del mondo, producendo il 20% del totale mondiale.

Inoltre la provincia di Jaén dispone della maggior concentrazione di castelli e fortezze dell’Europa intera. Il castello di Santa Caterina si trova sulla sommità della collina che sovrasta la città.  Le fortificazioni risalgono al periodo di Ferdinado II.

Nel centro storico si trovano importanti monumenti come l’Arco di San Lorenzo, unico resto di una chiesa edificata in stile gotico -mudejar, la Capilla de San Andrés e la chiesa della Maddalena, entrambi risalenti al 1500, il Palazzo di Villadompardo, un edificio signorile del XVI secolo dove è ospitato il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari e i bagni arabi costruiti nell’anno 1000. Degustazione di olio e tapas.

Al termine rientro a Granada e tempo libero.
Cena e pernottamento in hotel.

8° Giorno:  GRANADA – MALAGA – volo di rientro
Prima colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto a Malaga e volo di rientro.

 

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE
IN CAMERA DOPPIA
MIN 10 PERSONE: 1615 EURO
MIN 15 PERSONE: 1285 EURO

SUPPL. SINGOLA: 355 EURO

 

LA QUOTA COMPRENDE:
-Hotel 3/ 4 stelle centrali in mezza pensione ( colazione e cena )
Mezzo private per tutta la durata del tour
-Guide locali parlanti italiano a Malaga, Siviglia, Cordoba

Ingressi alla cattedrale di Siviglia, Alhambra, Moschea-cattederale di Cordoba
-Escursione sul fiume Duero in battello a Siviglia
-Cena con spettacolo di flamenco a Granada
-Degustazione di olio di oliva e tapas a Jaen
-Viaggio condotto da Giancarlo Pagliero

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

-Il volo dall’Italia
-I pranzi e le bevande ai pasti
-gli ingressi non menzionati , ma acquistabili in loco, qualora richiesti
-Assicurazione medico bagaglio e annullamento
-Mance e extra personali in genere.

   

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop