Il Kyrgystan e la Mongolia, due Paese con una storia molto diversa, ma con parecchi punti in comune. Entrambi i Paesi sono infatti abitati dai nomadi, che posseggono ancora una propria cultura ben definita e un proprio stile di vita.Vivono nelle yurte, chiamate gheer in Mongolia e l’allevamento è la loro attività principale. L’itinerario che proponiamo parte da Bishkek per giungere sulle rive del fiume Issyk-Kul, la perla del Kyrgyzstan e include la visita di alcune località storiche come Burana e Karakol. Il viaggio vi porterà poi in Mongolia, in occasione del Festival del Naadam, un’opportunità unica per venire a stretto contatto con la popolazione locale e capirne la cultura e i costumi. Guide in lingua inglese. Partenza a data unica.  Iscrizioni entro MARZO 2019 -Il viaggio richiede un ottimo spirito di adattamento per quanto riguarda le sistemazioni alberghiere, ma ripaga pienamente per unicità ed esperienza.

 

1° Giorno 4 luglio: ITALIA – BISHKEK
Partenza dagli aeroporti italiani con scalo intermedio. Pasti a bordo

2° Giorno 5 luglio: BISHKEK – Villaggio di BOKONBAEVO
Arrivo all’aeroporto internazionale, disbigo formalità d’ingresso, incontro con la vs guida e trasferimento in hotel. Occupazione immediata delle camere.Tempo per il riposo, pranzo libero. In seguito visita della città. Visiterete il monumento a Manas, considerato l’eroe nazionale, il monumento Kurmanjan Datka, Victoria Square ed assisterete al cambio della guardia d’onore.

Nel tardo pomeriggio partenza per il lago Issyk Kul, il secondo lago alpino più grande del mondo dopo il lago Titicaca Largo 58 km e lungo 182, il lago è il risultato di una serie di eruzioni vulcaniche. Non ghiaccia mai, nemmeno durante i lunghi e rigidi inverni. In estate la temperatura del lago raggiunge i 25/28 C° ed è possibile fare il bagno, guardando da lontano i picchi innevati del massiccio di Tien Shan. Il lago rappresenta un’oasi naturale con una propria fauna e flora autoctnone. Vi dirigerete verso la sponda sud del lago fino ad arrivare la villaggio di Bokonbaevo. Sistemazione in campo di yurte. Cena e pernottamento

 

3° Giorno 6 luglio: BOKONBAEVO –GOLE di DJETY OGUZ-KARAKOL ( 170 km, ca 3 ore)
Prima colazione al campo e partenza per la cittadina di Karakol. Lungo il percorso visita delle Gole di Djety Oguz. . Djety Oguz in Kirghizo significa “Sette Tori”Questa pittoresca gola è chiamata così a causa delle formazioni rocciose rosse di sabbia ricoperte da foreste di abeti rossi del Tien Shan. Il percorso da fare a piedi conduce fino alla gola principale lungo il sinuoso fiume Djety Oguz. Pranzo lungo il percorso. Nel pomeriggio assisterete ad una dimostrazione di caccia con l’aquila ( la preda non è un vero animale ), un rapace che viene addomesticato dalle popolazioni locali  fin da tempi antichissimi e usato come strumento di caccia. Proseguimento per Karakol. Sistemazione in guest house. Cena  in ristorante / caffè locale e pernottamento.

 

4° Giorno 7 luglio: KARALOL – FATTORIA di TEPKE- CHOLPON ATA (150 km / 2-3 hours).
Prima colazione e visita della città. Nel 1880 la popolazione di Karakol subì un aumento grazie all’afflusso di Dungani, musulmani cinesi in fuga dalla guerra in Cina. Nel 1888 l’esploratore russo Nikolaj Michajlovič Prževal’skij morì a Karakol di febbre tifoide mentre si preparava ad una spedizione in Tibet. La città fu rinominata in Przhevalsk in suo onore. Visita alla bella moschea in legno costruita dagli artigiani cinesi per i Dungani locali tra il 1907 ed il 1910, completamente senza chiodi in metallo e alla chiesa in legno della Chiesa ortodossa russa dedicata alla Santa Trinità, completata nel 1895 che fu usata come club degli ufficiali durante il regime sovietico.

Proseguimento per Cholpon Alta. Lungo il percorso visita di una fattoria  dove si allevano cavalli alimentati esclusivamente con fieno di pascoli  del posto. Pranzo nella fattoria. Arrivo a Cholpon Alta e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

 

5° Giorno 8 luglio: CHOLPON ALTA – LAGO SON KUL ( 285 km, 4,30 ca)
Prima colazione e partenza per il lago di Son Kul. Il percorso è davvero spettacolare, attraverso gole e canyon appartenenti al massiccio del Thien Shan, di una bellezza straordinaria. Pranzo al villaggio di Konchkor, uno dei posti più belli e incantati del Paese. Sistemazione in yurta. Cena e pernottamento

 

6° Giorno 9 luglio: VILLAGGIO di KOCHKOR- ZONA del LAGO SON KUL
Prima colazione al campo. Intera giornata da dedicare alla scoperta della vita dei nomadi e della splendida natura nella zona del lago. Parteciperete ad una dimostrazione dove vedrete come i nomadi costruiscono la loro yurta.

Pranzo. In seguito visita ai nomadi che si occupano della tessitura dei tappeti che usano per coprire il pavimento delle yurte.
Cena  presso un famiglia locale. Pernottamento in campo di yurte.

 

7° Giorno 10 luglio:  LAGO  SON KUL – BISHKEK ( 250 km, 3.30 ca)
Prima colazione e rientro a Bishkek. Lungo il percorso sosta a Burana, a 75 km circa dalla capitale. La Torre di Burana è un minareto situato nella valle di Čuj, in Kirghizistan settentrionale, si trova a circa 80 km a est della capitale Biškek e vicino a Tokmok. La torre, alcune iscrizioni tombali, dei terrapieni, le rovine di un castello e tre mausolei sono tutto ciò che rimane dell’antica città di Balasagun, un insediamento che era stato fondato dai karakhanidi alla fine del IX secolo e che, in seguito ad un restauro operato in epoca sovietica la torre è tuttora visitabile. L’intero sito, inclusi i mausolei, le fondazioni del castello e le iscrizioni tombali, funzionano oggi come museo. Dopo la visita pranzo presso una selezionata famiglia locale nella cittadina di Tokmok. In seguito potrete assistere ad una esibizione di cavalieri che si cimentano in gare di destrezza sui cavalli. Questo animale gioca un ruolo essenziale nella vita dei nomadi.Gli adulti insegnano ai bambini a cavalcare fin dalla più tenera età. Un tempo la vita dei nomadi dipendeva totalmente dal cavallo. Oggi è più che altro un gioco ed un’esibizione di abilità. Assisterete a prove di destrezza secondo i diversi stili locali  (Ulak Tartysh, Kyz Kuumai, Tyiyn Enmei, ecc).

Arrivo a Bishkek e sistemazione on hotel. Cena in ristorante locale.
Pernottamento.

 

8° Giorno 11 luglio: BISHKEK – ULAANBAATAR ( in volo )– FESTA del NAADAM
Di primo mattino trasferimento in aeroporto ( 45 min ) e volo per la capitale della Mongolia. Arrivo, disbrigo formalità d’ingresso, incontro con la vs guida e trasferimento in città per assistere al Festival del Naadam.  Il nome in  mongolo della festa è: “Eriin gurvan Naadam”che significa “  i tre principali giochi”, ovvero il wrestling, la corsa con i cavalli e il tiro con l’arco.  Durante la manifestazione, in concomitanza con le vacanze di mezza estate (in genere 11-13 luglio), si praticano la lotta libera tradizionale mongola (il khapsagay), la spettacolare ippica tradizionale mongola e il tiro con l’arco, sia a piedi che a cavallo. Il Naadam, occasione per percepire l’autentico folklore mongolo, si svolge da oltre tremila anni (è infatti la seconda olimpiade più antica del mondo) ed è la festa nazionale più importante e celebre della Mongolia. Da otto secoli è anche l’occasione per rievocare le gesta di Gengis Khan, orgoglio della Mongolia, e inoltre dal 1921 costituisce l’anniversario della rivoluzione mongola. Il culmine della festa si raggiunge nelle gare di una lotta molto simile all’occidentale wrestling, in cui cinquecento uomini si battono senza categorie per conquistare il titolo di Leone della Mongolia. Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio sistemazione in hotel per il riposo. In seguito visita della piazza centrale di Ulaanbaatar. Cena di benvenuto in ristorante. Pernottamento in hotel.

9° Giorno 12 luglio: ULAANBAATAR – FESTA del NAADAM
Prima colazione e trasferimento al luogo dove avvengono le gare a cavallo ( ca 1;30). Potrete vedere con in vostri occhi corse dal sapore antico e dal fascino ancestrale. Visita ad un centro di allenamento dei cavalli da corsa, a stretto contatto con la popolazione nomade. I cavalieri hanno un’età compresa fra i 5  i 12 anni. Sia le bambine che i bambini nomadi sono cavallerizzi straordinari. Fin dall’infanzia, infatti, hanno appreso ques’arte. Un detto  locale dice che i nomadi della Mongolia sono nati in sella. Le gare non si svolgono su di una pista tracciata, ma direttamente nella steppa, in mezzo a fiumi, torrenti e colline. Rientro a Ulaanbaatar per il pranzo. In seguito assisterete alla finale di tiro con l’arco e ad altre gare di wrestling.Al termine rientro in hotel.  Cena in ristorante. Pernottamento.

Kyrgyzstan- e -Mongolia
Festival- del- Naadam

10° Giorno 13 luglio: ULAANBAATAR – TERELJ NATIONAL PARK ( 1,30 min.)
Prima colazione e partenza per il Parco Nazionale di Terelj, uno dei posti più spettacolari della Mongolia. Il paesaggio è fatto da montagne di granito, foreste, prati e fiumi  dove di può effettuare birdwatching, passeggiate a piedi o a cavallo e rafting.  Lungo il percorso sosta alla statua del famoso condottiero Genghis Khan, eretta sul luogo dove egli vinse un’importante battaglia. Arrivo la campo tendato e pranzo. Nel pomeriggio escursione e a cavallo fino al tempio della meditazione. I principianti saranno seguiti da istruttori esperti. A tutti verrà dato casco e quanto serve per la sicurezza individuale. Chi non desidera effettuare la passeggiata a cavallo avrà tempo libero. Cena  e pernottamento al campo tendato ( suite disponibili a pagamento).

11° Giorno 14 luglio: TERELJ NATIONAL PARK –HUSTAI NATIONAL PARK
Prima colazione. Mattinata libera al campo.  Verso mezzogiorno partenza per il Parco Nazionale di Hustai. Pranzo lungo il percorso. Arrivo e sistemazione al campo tendato. In seguito visita del Centro informativo del Parco, dove vi verranno date informazioni circa la flora e la fauna del parco, con particolare attenzione ad una specie autoctona di cavallo selavaggio detto Takhi. Escurisone nel parco per vedere i cavalli selvaggi nel loro habitat naturale. Rientro al campo. Cena e pernottamento.

12° Giorno 15 luglio: HUSTAI NATIONAL PARK – ULAANBAATAR
Prima colazione. Prima di lasciare il parco visiterete una famiglia nomade dove imparerete anche a cucinare il piatto tradionale, il buuz, una tipo  di ravioli al vapore. Pranzo con la famiglia nomade. In seguito rientro a Ulaanbaatar e visita del monastero di Gandan e del Palazzo Bogd Khan. Il primo è un monastero buddhista tibetano. Fu fondato nel 1835 e venne chiuso dall’Unione Sovietica  nel 1938. Nel 1944 venne però riaperto e rimase l’unico monastero in funzione in tutta la Mongolia Popolare. Ad oggi nel monastero vivono circa 500 monaci. Il Palazzo Bogd Khan è l’ unico rimasto dai 4 palazzi -residenze del VIII Bogd Javzandamba Khutagt, ultimo re della Mongolia.   Questo complesso è stato costruito negli anni 1873-1903 per il leader della religione buddista Bogd Javzandamba Khutagt “Bogd Khaan”, nel quale è vissuto per 20 anni.  Cena air arrivederci  in ristorante con spettacolo di musiche e danze tradizionali. Pernottamento.

 

13° Giorno 16 luglio: ULAANBAATAR – volo di rientro
Prima colazione.In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo di rientro.

 

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE
IN CAMERA DOPPIA. 2065 EURO
SUPPL SINGOLA: 300 EURO

 

LA QUOTA COMPRENDE

-Sistemazione in camera doppia ( 4 persone in una sola yurta a Son Kul. Yurta per 2 persone con supplemento su richiesta) hotel 3/ 4  stelle e campi tendati con servizi in comune
-pensione completa
-circuito come da programma con mezzo privato
-tutti gli ingressi ai siti/monumenti
-guide parlanti INGLESE in Kyrgystan e in Mongolia
-Festival di Naadam
LA QUOTA NON COMPRENDE:

-il volo dall’italia e il volo Bishkek / Ulaanbatar
-le bevande ai pasti
-le mance al personale locale
-il visto d’ingresso in Mongolia

 

Note importanti:

Questo viaggio è consigliato agli amanti della natura. Gli hotel, tranne che nelle capitali, sono piuttosto semplici, ma dignitosi. I campi tendati sono dotati di servizi ingienici e docce in comune. Nel campo tendato di Son Kul la sistemazione è di 4 persone nella stessa yurta. Tuttavia è possibile richiedere una yurta occupabile da sole 2 persone con supplemento su richiesta.

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop