Il Kyrgystan è un Paese dell’Asia Centrale, lungo la mitica Via della Seta prevalentemente montano, dove i picchi innevati si specchiano nei laghi di un azzurro profondissimo. E’ la terra dei nomadi, un crogiuolo di etnie e religioni dalla tradizioni antichissime. L’itinerario che proponiamo parte da Bishkek per giungere sulle rive del Lago Son Kul,a perla del Kyrgyzstan e include la visita di alcune località storiche come Burana e Karakol.  Guida locale in lingua italiana. Il viaggio richiede un ottimo spirito di adattamento per quanto riguarda le sistemazioni alberghiere ma ripaga pienamente per unicità ed esperienza.

1° Giorno: Arrivo a BISHKEK
Arrivo all’aeroporto internazionale “Manas”, disbrigo formalità di sbarco, incontro con un nostro rappresentante locale e trasferimento in hotel con sistemazione nelle camere da subito disponibili. Resto della mattinata a disposizione per il riposo. Appuntamento per il pranzo di benvenuto in un ristorante tradizionale dove potreste iniziare a conoscere la cucina tipica. A seguire, inizio della visita guidata della città di Bishkek,( guida in italiano ), capitale e più importante centro economico e culturale del Kirghizistan oltre a capoluogo della Regione di Čuj.

Il suo nome in kirghiso significa zangola (recipiente di legno utilizzato per trasformare la panna in burro), in particolare quella usata per ottenere il kumis, il latte di giumenta fermentato, che rappresenta la bevanda nazionale del paese. Nella città sono ancora chiaramente visibili resti dell’epoca sovietica mentre nella piazza Ala-Too si può ammirare una Statua della Libertà inaugurata nel 1999 in occasione dell’ottavo anniversario di indipendenza del Kirghizistan e che rappresenta una donna kirghisa alata che sorregge una fiamma in una corona d’alloro dorata. La visite comprendono il monumento a Manas, figura più rappresentativa del popolo kirghiso, del Museo di Storia dello Stato ed una passeggiata nei quartieri centrali della città per vedere da vicino la Piazza Ala Too ed il cambio della Guardia d’Onore. Si visiterà inoltre il monumento a Kurmanzhan Datka, importante statista kirghisa, i palazzi governativi e per finire alla Piazza Vecchia ed il Parlamento. Cena in riostorante e pernottamento

2° Giorno: BISHKEK- SON KUL LAKE ( 410 km, ca 6 ore)
Prima colazione in hotel e partenza per il Lago Son Kul.  Lungo il percorso del complesso di Burana ( 1 ora circa di tragitto ) a 75 km circa dalla capitale. La Torre di Burana è un minareto situato nella valle di Čuj, in Kirghizistan settentrionale, si trova a circ 80 km a est della capitale Biškek e vicino a Tokmok. La torre, alcune iscrizioni tombali, dei terrapieni, le rovine di un castello e tre mausolei sono tutto ciò che rimane dell’antica città di Balasagun, un insediamento che era stato fondato dai karakhanidi alla fine del IX secolo e che, in seguito ad un restauro operato in epoca sovietica la torre è tuttora visitabile. L’intero sito, inclusi i mausolei, le fondazioni del castello e le iscrizioni tombali, funzionano oggi come museo . Pranzo con una selezionata famiglia locale. Preoseguimento per il Lago Son Kul.

Il lago è situato ad un’altitudine di 3016 m. Tutt’attorno si estendono pascoli verdissimi. Questa è la terra dei nomadi che qui portano a pascolare le loro mandrie e i loro greggi. Il paeseaggio è quasi surreale. All’arrivo sistemazione al campo di yurte ( bagni in comune ). Verso le 20 asssiterete allo spettacolo del tramonto sul lago.Cena e pernottamento.

3° Giorno: SON KUL -33PARROT PASS – KARA KOYUN ( 260 km, ca 5 ore)
La mattina presto partenza per le gole di Kara Koyun, situate vicino al Tash Rabat Caravanserrai. Il percorso è di una bellezza straordinaria. Impiegherete ca 40 min per raggiungere la sommità del passo. La  luce del mattino conferisce al paesaggio un fascino particolare. Proseguimento per le grotte dI Kara Koyun. Visita del Tash Rabat Caravansserai. Sistemazione al campo dendato di yurte ( bagni in comune). Pranzo in corso di visite. Cena e pernottamento al campo.

4° Giorno: KARA – KOUN – Villaggio di BOKONBAEV – Villaggio di KAJY SAI ( 360 km, ca 6 ore)
Prima colazione e partenza per il villaggio di Kochkor. Sosta per il pranzo e visita del piccolo museo locale di arti applicate. Proseguimento lungo la sponda sud del Lago Issyk Kul e arrivo al villaggio di Bokonbaev. Questo è il luogo dove si pratica la caccia con l’aquila. Incontro con un cacciatore nomade e dimostrazione ( ca 40 min. Non si tratta di un aninale vero ). In seguito visita del villaggio di Bokonbaev. Data la zona remota in cui si trova il villaggio, i suoi abitanti non hanno molte possibilità. Potrete acquistare i vs suovenirs, senza alcun obbligo, presso la cooperativa locale. L’incasso andrà alla scuola locale, per l’acquisto di penne, quaderni e libri di testo.

Dopo la visita sistemazione presso il campo di yurte Oimo Tash, nei pressi del villaggio di Kajy Sai. Cena e pernottamento al campo.

5° Giorno: KAJY SAI -CANYON di SKAZKA – KARAKOL ( 180 km, 3 ore)
Prima colazione e proseguimento per il canyon di Skazka. dove potrete ammirare uno spettcolo naturale impareggiabile. In seguito prosguimento per Karakol. Prima di giumgere il città vi fermerete al canyon di Djety Oguz.  Il nome, in Kirghizo significa “Sette Tori” Questa pittoresca gola è chiamata così a causa delle formazioni rocciose rosse di sabbia ricoperte di foreste di abeti rossi del Tien Shan. Il percorso da fare a piedi conduce fino alla gola principale lungo il sinuoso fiume Djety Oguz. Lungo il percorso si visitano alcune yurte delle famiglie nomadi locali. Pranzo. Rientro a Karakol dopo le escursioni e tempo libero per una passeggiata nella cittadina. Cena presso una famiglia dungan. Pernottamento in guest house.
6° Giorno: KARAKOL – CANYON di ALTYN ARASHAN- KARAKOL ( 60 km, 4 ore)
Prima colazione. In seguito, in 4×4, partenza per il canyon di Altyn Arashan, una meta ancora poco battuta da turismo. La strada è remota e ripida, ma il paesaggio che si gode è davvero spettacolare. Pranzo pic nic. Nel pomeriggio rientro a Karakol. Cena e pernottamento in guest house.

 

7° Giorno: KARAKOL – VALLE di KARKARA ( ca 165 km, 3 ore)
Prima colazione. Al mattino visita guidata della città. Karakol, che originariamente era un avamposto militare, fu fondata il 1º luglio 1869 e crebbe nel XIX secolo dopo che gli esploratori arrivarono per mappare cime e valli che separavano il Kirghizistan dalla Cina. Nel 1880 la popolazione di Karakol subì un aumento grazie all’afflusso di Dungani, musulmani cinesi in fuga dalla guerra in Cina. Nel 1888 l’esploratore russo Nikolaj Michajlovič Prževal’skij morì a Karakol di febbre tifoide mentre si preparava ad una spedizione in Tibet. La città fu rinominata in Przhevalsk in suo onore. Lungo il percorso visita del Museo dedicato a Przhevalski. Arrivo e sistemazione in hotel. In seguito visita alla bella moschea in legno costruita dagli artigiani cinesi per i Dungani locali tra il 1907 ed il 1910, completamente senza chiodi in metallo e alla chiesa in legno della Chiesa ortodossa russa dedicata alla Santa Trinità, completata nel 1895 che fu usata come club degli ufficiali durante il regime sovietico. Pranzo a Karalol. Proseguimentp per la Valle di Karkara. Arrivo al campo di yurte. Sistmazione, cena e pernottamento.
8° Giorno: KARAKARA – CHOLPN ALTA ( 170 km, ca 3 ore)
Prima colazione. Possibilità di affettuare un’escursione in elicottero per vedere dall’alto il secondo più vsto ghiacciaio del mondo, il ghiacciaio South Inylcheck, e vedere i picchPobeda e Khan Tengri. L’esperienza sarà indimenticabile. ( escursione in elicottero quotata a parte e soggetta a meteo. L’escursione va pagata al momento della prenitazione del viaggio. In caso che per motivi meteo non si potesse effettuare i soldi spesi vi saranno restituiti ). In seguito partenza per Cholpon Alta.  All’arrivo sistemazione in resort sul Lago Issyk Kul. Tempo per il relax sulla spiaggia del lago. Cena e pernottamento.

9° Giorno: CHOLPON ALTA – VALLE di CHON KEMYN ( 170 km, 3 ore )

Prima colazione e partenza per la Valle di Chon Kamyn. Arrivo verso mezzogiorno. Pranzo in guest house. In seguito tempo libero per effettuare una passeggiata nella valle, eventualmente affittare cavallo o pony ( a pagamento ) o assistere ad una dimostrazione di come i nomadi costruiscono una yurta. Cena e pernottamento in guest house.

10° Giorno: CHEN KEMYN – BISHKEK ( 170 km, 2,30)
Prima colazione e partenza per il viaggio di rientro nella capitale. Effettuerete una sosta a poca distanza dal vs resort per visitare   il sito archeologico, insediamento dell’età del bronzo con petroglifici in un vero museo a cielo aperto sulla riva nord del Lago Issyk Kul. Visita del Museo Etnografico locale. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a Bishkek nel pomeriggio. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

11° Giorno: BISHKEK – volo di rientro
Prima colazione. In tempo utile trasferimento in aroporto e olo di rientro

Le vostre sistemazioni o similari

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE
IN CAMERA DOPPIA
MIN 4 /5 persone: 1600 EURO
MIN 6/7 persone:  1350 EURO

QUOTA BASE 2 PERSONE SU RICHIESTA

SUPPL. SINGOLA  170 EURO

 

LA QUOTA COMPRENDE:

– TUTTI i TRASFERIMENTI collettivi da/per gli aeroporti in loco
– TRASPORTO in loco con auto ed autista privati
– Sistemazione in CAMERA DOPPIA per 10 NOTTI in hotel, famiglia e campo di Yurte
– TRATTAMENTO ALBERGHIERO di PENSIONE COMPLETA con alcuni pranzi-pic nic laddove non esiste una struttura adatta
– TUTTI gli INGRESSI nei siti o monumenti indicati da programma
–GUIDA IN LINGUA ITALIANA
– ACQUA MINERALE a bardo mezzo
– TASSE GOVERNATIVE e TASSA ECOLOGICA, ove dovuta

LA QUOTA NON COMPRENDE:

-volo dall’ Italia
• Mance da regolare in loco pari ad Euro 50,00 a PERSONA
• Pasti oltre quelli indicati e bevande ai pasti
• Copertura assicurativa medica e annullamento su richiesta
• Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE COMPRENDE”

DOCUMENTI Ai cittadini italiani è richiesto il passaporto con validità residua di almeno 3 mesi data d’ingresso e con almeno 1 pagina libera. Dal 2013 i cittadini italiani che intendono visitare il paese per un periodo non superiore ai 60 giorni non hanno più bisogno del visto d’ingresso. Nessuna vaccinazione obbligatoria . Informazioni aggiornate a Dicembre 2018.

IMPORTANTE Durante questo tour vi saranno garantite le migliori strutture possibili. Si ricorda tuttavia che le stesse non sono paragonabili a quelle europee, tranne che, in un certo senso, nella capitale e sul Lago Issyk Kul. Le altre sistemazioni saranno semplici e ubicate in cotesti naturali unici. Il facchinaggio spesso è inesistente o semplicemente lasciato alla cortesia del personale quando è disponibile; conviene pertanto munirsi di bagaglio leggero. La sistemazione in guest house è  semplice, ma con tutti i serivizi privati, ma semplice. I campi di yurte sono il modo ideale per avvicinarsi alla originale cultura nomade del popolo kyrgyzo ma spirito d’adattamento è fondamentale. I bagni e le docce sono in cumune.

A CHI è CONSIGLIATO questo viaggio
Per gli autentici viaggiatori, per coloro che amano sperimentare e mettersi alla prova, per coloro che privilegiano il contatto con la bellezza sublime della natura, l’etnografia ed il contatto autentico con la gente del posto a discapito delle comodità e che saranno certamente ripagati da un viaggio indimenticabile.

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop