Un tour di grande interesse storico- archeologico e di grande suggestione: Israele, la terra dove le tre grandi religioni hanno avuto origine. Il percorso parte da Tel Aviv, città vibrante e giovane e termina a Gerusalemme, la Città Santa. Il tour prevede la visita dei maggiori luoghi cari alla cristianità, all’Islam e sicuramente all’Ebraismo, ma anche di  località minori, non per questo di  inferiore importanza storica. Visita dello straordinario Museo d’Arte di Tel Aviv e le città di Gerico e Betlemme, nei Territori Palestinesi. Guida storica in italiano, mezzo privato, ingressi ai siti menzionati, hotel 4 stelle in mezza pensione. Viaggio condotto da Giancarlo Pagliero

 

1° Giorno 9 giu. Giovedì: ITALIA – TEL AVIV
Partenza dagli aeroporti italiani. Arrivo all’aeroporto di Ben Gurion.
Accoglienza della il nostro rappresentante di lingua italiana, trasferimento in hotel a Tel Aviv, cena inclusa e pernottamento.

2° Giorno 10 giu. Venerdì: JAFFA –TEL AVIV
Dopo la prima colazione in hotel, incontro con la guida e partenza per l’animata Jaffa, passeggiando tra i vicoli affacciati sull’antico porto.  Nota agli egizi, menzionata più volte nella Bibbia, J. fu conquistata dagli arabi nel 636 e rimase islamica fino all’occupazione crociata, che ne fece una contea vassalla del regno di Gerusalemme. Ripresa dal mamelucco Baibars nel 1268, dopo la conquista ottomana (1516) di Selim I, si affermò come uno dei principali porti arabi sul Mediterraneo e come tappa del cammino verso Gerusalemme. Nel 19° sec. Jaffa. divenne un vivace centro artigianale e industriale e la sede di un’orticoltura intensiva. Nel XX° sec., dopo la fondazione di Israele e l’esodo della sua popolazione araba, la città perse importanza a favore di Tel Aviv, in origine suo sobborgo settentrionale, di cui oggi essa è parte.

La Città Bianca, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è così chiamata per i suoi 4.000 edifici costruiti in stile Bauhaus. la scuola d’architettura tedesca attiva, dal 1919 al 1933. Dal punto di vista architettonico, lo stile Bauhaus  si caratterizza per la ricerca della massima essenzialità e funzionalità. Si contrappone al monumentalismo e all’eclettismo. Gli edifici sono caratterizzati da linee orizzontali e angoli arrotondati. Israele è il Paese che ha più edifici la mondo in questo stile, esportato dagli architetti ebrei tedeschi in fuga dal nazismo.

Sosta a Rabin Square, Independence Hall e al Rothschild Boulevard. Visita al Museo d’Arte di Tel Aviv dove troverete opere di artisti del calibro di Canaletto, Rembrandt, Picasso e Magritte, riuniti in una delle collezioni d’arte più importanti del Medio Oriente.

 

Tel Aviv è una città giovane e ricca di centri culturali, musicisti, artisti e scrittori. In città di respira un’atmosfera particolare, ricca di stimoli culturali La sera potrete passeggiare lungo i quartieri più animati della città o quelli della Marina, nei pressi del nostro hotel.

Cena inclusa e pernottamento a Tel Aviv
3° Giorno 11 giu. Sabato: CESAREA MATITTIMA – HAIFA-ACCO -NAZARETH
Dopo la prima colazione si prosegue lungo il litorale per raggiungere Cesarea Marittima, capitale erodiana e fortezza dei Crociati.

Fu una città portuale fondata da Erode il Grande tra il 25 e il 13 a.C. sulla costa mediterranea nel regno di Giudea sotto protettorato romano. Fu chiamata Cesarea in onore di Cesare Ottaviano Augusto. Visita degli scavi archeologici comprendenti il teatro, l’ippodromo, le terme, la villa e la fortezza.
Dopo la visita si  prosegue verso nord per la città di Haifa, centro industriale costruito sul Monte Carmelo, con una sosta per godere della vista panoramica sulla baia e sul centro mondiale della Fede Bahai con i suoi stupendi giardini.

La fede Bahá’í è una religione monoteistica internazionale nata in Iran durante la metà del XIX secolo, i cui membri seguono gli insegnamenti di Bahá’u’lláh (1817-1892 ), profeta e fondatore che viene da loro considerato una Manifestazione di Dio.Tale religione sottolinea l’unità spirituale di tutta l’umanità. Tre principi fondamentali stabiliscono la base degli insegnamenti bahá’í, l’unità di Dio (un solo Dio che è la fonte di tutta la creazione), l’unità della religione (tutte le grandi religioni hanno la stessa origine spirituale e provengono dallo stesso Dio) e l’unità dell’umanità (tutti gli uomini sono considerati uguali innanzi a Dio e le diversità culturali e di etnia sono stimate doni meritevoli di stima e accettazione).

In seguito si raggiungerà la città di Acco (San Giovani d’Acri), con visita della città antica, della moschea di Al Jazzar, il caravanserraglio e le mura.
Dopo la visita di Acco proseguimento lungo la Bassa Galilea. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena inclusa e pernottamento a Nazareth.

4° Giorno 12 giu. Domenica: NAZARETH –CAFARNAO-GERICO-GERUSALEMME
Prima colazione e visita di Nazareth, simbolo della Cristianità. Sosta alla Basilica dell’Annunciazione. Proseguimento per Cafarnao e visita dell’antica sinagoga dove Gesù iniziò la sua missione.  Il viaggio continua verso Gerico, nei Territori Palestinesi, dove vedremo il Sicomoro, sul quale la tradizione vuole che Zaccheo, il pubblicano, salì per vedere il Signore. Una moderna funivia ci porterà fino al Monte della Tentazione, dove i monaci costruirono il loro monastero aggrappato  ad una rupe, nel luogo in cui Gesù, secondo il cristianesimo, fu tentato dal demonio. Arrivo a Gerusalemme. Termineremo la giornata con la spettacolare vista panoramica della città  dalla cima del Monte degli Ulivi, che permette di avere un sguardo sull’interno complesso architettonico di Gerusalemme.
Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5° Giorno 13 giu. Lunedì: GERUSALEMME
Prima colazione in hotel. Siamo in una delle città più antiche e affascinanti al mondo, culla delle tre religioni monoteiste: Ebraismo, Cristianesimo e Islam. La Città Vecchia e le sue mura, considerate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, racchiudono in meno di un chilometro quadrato molti luoghi di grande significato religioso come il Monte del Tempio, il Muro del pianto, la Basilica del Santo Sepolcro, la Cupola della Roccia e la Moschea al-Aqsa.

Nel corso della sua storia, Gerusalemme è stata distrutta e ricostruita due volte ed è stata assediata, conquistata e riconquistata in decine di occasioni. Visita  alla Chiesa delle Nazioni e il giardino del Getsemani. Si prosegue poi con la visita della Città Vecchia, il vero cuore della Città Santa, centro importante per le tre grandi religioni monoteiste. Sosta al Muro del Pianto.  Il Muro Occidentale ( הכותל המערבי, HaKotel HaMa’aravi),è un muro di cinta risalente all’epoca del secondo Tempio di Gerusalemme. È noto come Muro del Pianto.

Il Tempio era ed è tuttora il luogo più sacro per l’ebraismo. Erode il Grande costruì imponenti mura di contenimento intorno al Monte Moriah, allargando la piccola spianata posta sulla sua cima. Su tale cima erano stati eretti il Primo e poi il Secondo Tempio. Il Monte Moriah è detto appunto Monte del Tempio. Nelle fessure del muro, gli ebrei infilano foglietti con sopra scritte delle preghiere. Molti rabbini vietano agli ebrei praticanti di accedere a parti del Monte del Tempio. La definizione di queste parti differisce a seconda dell’autorità rabbinica, ma tutti concordano sul divieto di accesso alla zona della Moschea di Omar. Quest’area, infatti, era quella del Tempio, che era un Luogo Santo. La roccia sotto la moschea è la base da cui Dio creò l’universo. Secondo alcuni studi rabbinici, è la roccia cui Abramo legò Isacco in occasione del sacrificio. Questa è anche l’area in cui, si dice, dormì Giacobbe, sognando la scala che saliva al cielo (Genesi). Questo punto è identificato come il Sancta sanctorum.

In seguito  passeggiata attraverso il bazar arabo.

Si percorre la Via Crucis (Via Dolorosa) fino a raggiungere la Chiesa del Santo Sepolcro, il luogo più santo della Cristianità, con le sue diverse cappelle.

Visiteremo il Monte Sion per vedere la tomba del re Davide e il cenacolo, dove Gesù tenne l’Ultima Cena.

Rientro all’hotel, cena e pernottamento.

6° Giorno 14 giu- Martedì: GERUSALEMME- BETLEMME- GERUSALEMME
Dopo la prima colazione visita al memoriale dell’Olocausto “Yad Vashem”, creato in memoria dei martiri della Shoah  caduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Il nome Yad Vashem significa letteralmente “un monumento e un nome” Il nome dell’Ente si prefigge perciò di celebrare e commemorare con un luogo fisico e con un nome letterale, tutti coloro che sono meritevoli di ricordo.

Yad Vashem è basato per statuto su un programma che prevede cinque principali classi meritevoli di ricordo e commemorazione:
I sei milioni di Ebrei uccisi dai Nazisti e dai loro collaboratori.
Le Comunità Ebraiche e le loro istituzioni che sono state fatte scomparire e distrutte.
Il valore e l’eroismo dei soldati e dei combattenti partigiani.
I figli e le figlie del popolo Ebraico che hanno lottato per la loro dignità umana.
I “Giusti tra le nazioni” che hanno rischiato le loro vite per salvare Ebrei.

L’intero complesso dell’ente israeliano Yad Vashem è definito anche Memoriale Nazionale Israeliano dell’Olocausto. Nel complesso composto da diversi edifici, strutture e giardini, si trovano: Musei, memoriali, monumenti, targhe, mostre, manufatti originali, audiovisivi, immensi archivi di documenti storici originali; migliaia di testimonianze scritte delle esperienze dei sopravvissuti; fotografie originali della shoah; fotografie e nomi delle vittime per celebrarne la memoria; elenchi dettagliati di persone che a rischio delle loro vite e senza nessun interesse prestarono aiuto agli ebrei durante la shoah; due musei, una scuola internazionale per lo studio sull’olocausto; un istituto ed un centro di ricerca, quello sulla shoah e quello sulle sue conseguenze, e una sinagoga. Tutti gli elementi in mostra, consultazione e didattici sono protesi e si prefiggono di presentare la storia della shoah «da una prospettiva ebraica”

In seguito visita al Museo di Israele, considerato una dei migliori musei al mondo dove, oltre a moltissimi reperti archeologici e arte moderna israeliana, saranno visibili i famosi rotoli del Mar Morto ritrovati a Qumran.


In seguito visita del  Machane Yehuda Market – Israeli Shook, per godere dei colori, dei profumi e dell’atmosfera unica di questo mercato, dove si possono assaggiare i prodotti locali passeggiando per i suoi vicoli.


Segue escursione a Betlemme. Pranzo libero. Visita della Basilica della Natività, costruita nel luogo dove era presente la grotta in cui nacque Gesù.
Rientro in hotel, cena inclusa e pernottamento.

7° Giorno 15 giu. Mercoledì:  GERUSALEMME
Prima colazione. Giornata libera per esplorare la città con il vostro accompagnatore. Possibilità di visitare a pagamento alcuni interessantissimi musei come il Museo Torre di David.  Nel quartiere armeno della Città Vecchia di Gerusalemme si erge una maestosa torre di pietra, costruita al tempo di Erode il Grande. Quest’imponente torre accoglie il Museo Torre di Davide, una collezione completa che ripercorre i 4000 anni di storia della Città Santa. Un altro museo molto interessante è Il Museo di arte islamica di Gerusalemme, altresì conosciuto come Istituto Mayer di Arte islamica: strumenti musicali, vasi, tappeti, gioielli e azulejos, sono una testimonianza perfetta dell’evoluzione dell’arte islamica nel corso della storia. Molto interessante è anche il  Terra Sancta Museum che espone una vasta collezione di oggetti antichi rinvenuti dai francescani negli scavi archeologici del XIX e XX secolo. La maggior parte degli elementi ritrovati è fondamentale per ricostruire lo stile di vita ai tempi del Nuovo Testamento. La parte più antica del Museo della Terra Santa di Gerusalemme è costituita da una cisterna in pietra che si estende sotto il convento francescano e conduce alle diverse sale del museo.
Chi non fosse interessato ad un percorso museale potrà sempre attardarsi in Piazza Sion, la piazza più multiculturale di Gerusalemme considerata una zona di bar, caffetterie e ritrovo multiculturale o perdersi nei vicoli della città vecchia.

Oppure scoprire le quattro sinagoghe sefardite nel quartiere ebraico, o semplicemente girare senza una meta precisa nel quartiere arabo, lasciandosi travolgere dall’atmosfera unica di questa città.
Cena inclusa e pernottamento.

 

8° Giorno 16 giu. Giovedì: GERUSALEMME – Aeroporto Ben Gurion
Dopo la colazione in hotel, partenza da Gerusalemme verso l’aeroporto “Ben Gurion” per il volo di rientro

* Si prega di notare che la sequenza del tour e i siti visitati possono essere modificati a causa di circostanze a discrezione della compagnia o della guida.

 

I vostri hotel o similari:
TEL AVIV: GRAND BEACH 4*
NAZARETH: GOLDEN CROWN 4*
GERUSALEMME: GRAND COURT 4*
QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE
IN CAMERA DOPPIA
MIN 8 PERSONE: 1900 EURO

SUPPL. SINGOLA: 665 EURO

 

LA QUOTA COMPRENDE

-Assistenza in arrivo all’aeroporto Ben Gurion
-Guida in lingua italiana
-Sistemazione in camera doppia con prima colazione e cena
2 notti a Tel Aviv presso  il Grand Beach hotel o similare, 4 stelle
1 notte a Nazareth presso l’hotel Golden Crown Hotel o similare, 4 stelle
4 notti a Gerusalemme presso il Grand Court Hotel o similare, 4 stelle
-Ingressi ai siti menzionati nel programma
-Tour con mezzo privato come da programma
-Tutti i trasferimenti
-Acqua a bordo mezzo

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

-Il volo dall’Italia
-Pullman il giorno 7
-I pranzi e le bevande ai pasti
-Assicurazione medico bagaglio obbligatoria
-Assicurazione annullamento facoltativa
-PRC all’ingresso e in uscita
-Mance alla guida e all’autista
-Spese personali in genere

Modalità d’ingresso in Israele al 07 /01/2022

Per l’ingresso e l’uscita da Israele sono in vigore le seguenti disposizioni:

INGRESSO.
Il Governo israeliano ha annunciato la riapertura ai flussi turistici internazionali a partire dal 9 gennaio. I viaggiatori provenienti dall’Italia, oltre a dover essere in possesso di un certificato di guarigione UE valido (rilasciato da meno di 6 mesi) o aver completato il ciclo vaccinale da meno di 6 mesi, dovranno effettuare un test PCR con esito negativo non oltre le 72 ore antecedenti la partenza e completare l’Entry Statement Form nelle 48 ore che precedono il viaggio. Dovranno inoltre restare in quarantena  nel primo hotel del tour fino alla ricezione   dell’esito del test molecolare effettuato all’arrivo in aeroporto in Israele ( di solito 3/4 ore dopo l’arrivo )
Si raccomanda e di monitorare costantemente il sito del Ministero della Salute israeliano, cui si rimanda per eventuali approfondimenti.

Ogni variazione da qui al momento dell’effettuazione del viaggio è possibile e le notizie verranno da noi aggiornate
USCITA.

L’italia chiede attualmente tampone negativo prima delle 48 ore del rientro a casa

   

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop