Viaggio fotografico con Antonio De Stefano, studiato per tutti coloro che amano la fotografia, dai principianti ai più avanzati. Un’ occasione per migliorare la propria tecnica fotografica con l’aiuto di un esperto  che condividerà con voi le emozioni del viaggio accompagnandovi durante l’intero percorso.

Il viaggio offre un’ esauriente panoramica dello stato indiano del Rajasthan poiché spazia dalle città con i fiabeschi palazzi, laghi e giardini incantevoli, imponenti fortezze, folle multicolori, ai villaggi di contadini, tessitori, tintori, vasai, senza trascurare le piccole e pittoresche realtà rurali e artigianali ed è per questo il percorso che si presta meglio alle  emozioni espresse attraverso l’obiettivo. Dal punto di vista logistico il viaggio attraverso le distese del Rajasthan verrà effettuato con mezzo privato con autista ed il soggiorno sarà effettuato presso hotel 4 / 5 stelle in regime di mezza pensione (prima colazione e cena). Guida storica / accompagnatore in lingua italiana per tutta la durata del tour.

 

1° Giorno: Arrivo a DELHI

Mezza Pensione. All’arrivo disbrigo delle formalità doganali, incontro col nostro rappresentante e trasferimento in hotel. (Le stanze sono fruibili dalle ore 12:00). Nel pomeriggio, visita della città nuova: sosta fotografica al Palazzo Presidenziale; il Palazzo del Parlamento, e gli altri Palazzi Governativi; l’India Gate, un monumento d’arenaria rossa, costruito in memoria di soldati che sono caduti nella prima guerra mondiale. In seguito visita del bellissimo complesso del Qutub Minar (Patrimonio dell’UNESCO), la torre di arenaria rossa decorata con versetti coranici, con la sua splendida moschea. Visita del Tempio Sikh, il più importante luogo di culto dei Sikh a Delhi, un luogo di pace e misticismo, dove tutti vengono accolti, indipendentemente dalla religione di appartenenza. Cena e pernottamento in hotel.

 

 

Riunione preliminare: descrizione dei vari tipi di fotografia con cui ci andremo a confrontare durante il viaggio (paesaggistica, paesaggistica notturna, architettura, ritrattistica, naturalistica, reportage&street) e indicazioni generali su come sfruttare al meglio le condizioni ambientali (luce, prospettiva, composizione) e la propria attrezzatura.

 

2° Giorno: DELHI – MANDAWA (280 km. / 06 ore circa)

Mezza Pensione. Dopo la prima colazione, visita alla Moschea del Venerdì, la stupenda Jama Masjid fatta erigere da Shah Jahan, nel cuore della città vecchia, nei pressi degli stretti vicoli dove si svolge la vita autentica della città.

In seguito visita del Raj Ghat, il memoriale eretto nel luogo in cui avvenne la cremazione di Mahatma Gandhi. Nel pomeriggio, partenza per Mandawa, nella regione dello Shekhawati, dove i mercanti Marwari coprivano di preziosi affreschi ‘interno e l’esterno delle loro dimore, chiamate  Haveli . All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Workshop serale: paesaggistica – regole di composizione, utilizzo della luce naturale a livello compositivo, gestione del controluce in fotografia di paesaggio, utilizzo del treppiede e illustrazione di tecniche specifiche per ottenere immagini con elevata gamma dinamica (esposizioni multiple) e intero fotogramma a fuoco (focus stacking), impostazioni fotocamera.

 

 3° Giorno: MANDAWA – BIKANER (190 km. 4 ore circa)

Mezza Pensione. Dopo la prima colazione passeggeremo per la citta’ alla scoperta delle Haveli, spesso conservate in case private. Il castello di Mandawa e’ uno delle costruzioni piu’ belle del Rajasthan. Al termine, partenza per Bikaner che sorge nel grande deserto del Tar. All’arrivo sistemazione in hotel e visita del Forte di Junagarh e del suo museo.

L’antica capitale, cinta da mura, fondata nel 1488 da Rao Bikaji, in epoca medievale si trovava su un’antica carovaniera. La città vecchia è racchiusa entro la cinta muraria, nel sud-est della città e comprende i colorati bazar locali. Il Junagarh Fort fu costruito dal RajaRaj Sin, che regnò dal 1571 al 1611 e fu uno dei comandanti dell’esercito dell’Imperatore Mogol Akbar. Il forte, annoverato tra le fortezze più belle al mondo, è circondato da un ampio fossato, l’entrata principale è suraj Pol (porta del Sole), la cappella interna è un maestoso tempio indù “Har Mandir”, la cui famiglia reale celebrava le nascite e i matrimoni dei propri membri. Cena e pernottamento in hotel.      

Workshop serale: reportage&street – regole di composizione, illustrazione di tecniche di fotografia di reportage, descrizione dei diversi effetti prospettici ottenibili con obiettivi grandangolari e mediotele, utilizzo del bianco e nero e dell’HDR come opzioni creative di postproduzione, impostazioni fotocamera.

 4° Giorno: BIKANER – JODHPUR (260 km. 5 ore circa + le soste) 

Mezza Pensione. Colazione in hotel e partenza per Jodhpur, situata nella parte occidentale della regione. Jodhpur è una bizzarra cittadina di case colorate, bianche e azzurre, la cui storia risale alla metà del XV secolo.

All’arrivo sistemazione in hotel. Nel pomeriggio inizio alla visita dell’imponente Forte Mehrangarh. Provvisto di due ingressi,  il forte si erge su una collina dirupata di 125 m di altezza e domina completamente la città e le sue mura. Il palazzo e il forte contengono ricche collezioni di palanchini, portantine da elefante, strumenti musicali, costumi, arredi e armi. La collezione di cannoni è una delle più interessanti dell’India. Sono inoltre visibili  le impronte delle mani delle “Sati”, le donne che preferirono immolarsi in caso di sconfitta dei loro mariti piuttosto che subire l’onta della prigionia. Questa usanza è ora desueta in India, ma era un fatto abbastanza comune fino alla metà del secolo scorso. Degni di nota sono la sale dell’incoronazione e il trono, dove furono incoronati tutti i sovrani della città, ad eccezione del fondatore. All’interno del forte si trovano 36 finestre a grata, ognuna diversa dall’altra, pannelli preziosamente scolpiti e transenne forate di arenaria rosa. Cena e pernottamento in hotel.

 Workshop serale: ritrattistica – regole di composizione, illustrazione di tecniche di fotografia ritrattistica, utilizzo della messa a fuoco selettiva e descrizione dell’effetto bokeh, utilizzo e gestione della luce naturale e del fill-in flash in fotografia ritrattistica, impostazioni fotocamera.


5° Giorno: JODHPUR – PUSHKAR – JAIPUR (320 Km. 6 ore circa)

Dopo la prima colazione trasferimento a Pushkar, città sacra per gli induisti. Qui si trova infatti uno dei pochissimi templi dedicati al dio supremo Brhama. La città di adagia sulle acque di un lago ritenuto sacro dai devoti. La leggenda vuole che lo stesso lago sia nato da una lacrima di Brhama.

 

 

Proseguimento verso Jaipur detta la “Città Rosa” e capoluogo dello Stato del Rajasthan. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel.

Workshop serale: paesaggistica notturna – regole di composizione, descrizione di tecniche di light painting e uso creativo delle lunghe esposizioni con (opzionale) utilizzo di filtri ND, gestione della luce artificiale in fase di scatto, illustrazione di tecniche per la riduzione del rumore digitale in fotografie ad ISO elevati, impostazioni fotocamera.

 

6° Giorno: JAIPUR 

Prima colazione in hotel e intera giornata dedicata alla visita. Nodo commerciale e turistico di prim’ordine, oggi Jaipur è una grande città situata in un’area semidesertica. Jaipur colpisce perché è architettonicamente ordinata secondo precise geometrie. E’ famosa per i suoi edifici in arenaria rosa. Sembra  che l’appellativo derivi da un episodio risalente al 1876, quando Jaipur fu ridipinta di rosa in occasione della visita del principe del Galles. La prima visita sarà effettuata al Forte Amber, a 11 km. da Jaipur. L’ultimo tratto di salita al Forte si percorre a dorso di docili elefanti per meglio entrare nello spirito dei luoghi.

All’interno delle mura si visitano palazzi e padiglioni di raffinata bellezza ed il piccolo tempio della Dea Kali. Nel pomeriggio visita alla città vera e propria: l’Osservatorio, ricco di strumenti d’eccezionale grandezza, dove si trova il “Sancrat” (il Principe della Meridiana), uno gnomone alto 90 piedi,  il  Palazzo del Vento, che sorge su di una delle strade principale della città, un curioso palazzo elaborato e fantasioso e nello stesso tempo limpido esempio d’arte orientale, costruito anch’esso con la “pietra del deserto” Da ultimo visita al Palazzo del Maharaja risalente al 1570. Cena e pernottamento in hotel.

 

 

Workshop serale: naturalistica – regole di composizione, descrizione di tecniche messa a fuoco continua per la fotografia di animali in movimento, gestione dell’esposizione e dei valori adatti da usare a seconda della tipologia di animale, etica e comportamenti da adottare in fotografia naturalistica per arrecare il minor disturbo possibile agli animali, impostazioni fotocamera

 

Opzionale- Cena con vista nel Palazzo di Amber

Cena in uno di locali più rinomati della città, il ristorante 1135 AD all’interno del Forte Amber. Piatti gourmet della tradizione indiana con una vista impagabile

 

7° Giorno: JAIPUR – ABHANERI – FATEHPUR SIKRI – AGRA (232 km. 5 ore circa)

Dopo la prima colazione  trasferimento in macchina per Jaipur. Lungo la strada effettueremo una prima sosta  ad Abhaneri (Km. 140 circa 2:30 ore), dove si visita un Pozzo – Palazzo del 8°/ 9° secolo  che presenta una serie di gradini che scendono verso varie piattaforme più basse per poi terminare in un piccolo pozzo ottagonale e un antico tempio induista.  Il pozzo è stato scelto per girare alcune scene dal film: “ Marigold Hotel “. La seconda sosta (km. 35 circa 1:15 ore) sarà effettuata per la visita di Fatehpur Sikri (Patrimonio dell’UNESCO), costruita nel XVI secolo dall’imperatore Akbar come nuova capitale dell’impero e poi abbandonata dopo pochi anni per mancanza d’acqua. Dopo la visita si prosegue per Agra (Km. 35 circa 1ora). All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Opzionale- AGRA

Mohabbat–the–Taj Show

Durante il vs soggiorno ad Agra potrete ammirare a teatro uno spettacolo indimenticabile legato alla storia del TajMahal, la profondissima storia d’amore fra l’imperatore moghul ShahJahan e la sua amatissima moglie Mumtaz. Lo show si tiene tutte le sere nell’Auditorium Kalakriti  e vi farà rivivere i fasti del tempo dei Moghul e comprendere i motivi della costruzione del Taj, uno dei monumenti più visitati al mondo.

 

Opzionale – Tutto natura bird–watching – AGRA 20 euro per persona

Non lontano dal Taj si trova una riserva naturale che è il punto di osservazione privilegiato per osservare il sogno di marmo bianco, icona dell’ India. La riserva offre inoltre l’occasione per ammirare numerosi uccelli nel loro ambiente naturale quali cormorani, gru, pappagalli, ibis, martin pescatore, pellicani e molti altri. Si tratta di una passeggiata per gli amanti della natura e del bird-watching sullo sfondo del meraviglioso Taj.

 

Workshop serale:architettura – regole di composizione, descrizione di tecniche per minimizzare la distorsione geometrica, illustrazione di tecniche di ripresa per aumentare l’angolo prospettico (stitching) in fase di scatto, utilizzo creativo dei riflessi in fotografia architettonica, impostazioni fotocamera.


8° Giorno: AGRA – DELHI (210 km, 03 ore ca.)

Dopo la prima colazione visita del forte di Agra(Patrimonio dell’UNESCO), la prima roccaforte dei moghul, fatta erigere da Akbar, alla quale Shah Jahan ha aggiunto in seguito sale meravigliose.  E poi visita del superbo Taj Mahal (Patrimonio dell’UNESCO) ( il Taj Mahal è chiuso il venerdì), una delle sette meraviglie del mondo, il sogno di marmo, un mausoleo fatto costruire dall’imperatore moghul Shah Jahan, a commemorazione della propria sposa, morta nel 1631 dando alla luce il loro 14 figlio.

Al termine partenza per Delhi. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

 

Riunione finale: discussione sugli aspetti fotografici incontrati durante il viaggio e consigli su sviluppo e postproduzione delle fotografie.

 

9° Giorno: DELHI – ITALIA 
Trasferimento a Terminale Internazionale e partenza con volo di linea per Italia

 

 Attrezzatura consigliata:

  • Fotocamera digitale reflex
  • Due schede di memoria da almeno 16GB (per poter scattare liberamente in RAW ed essere pronti in caso di dover fare un backup)
  • Batteria di riserva (opzionale)
  • Treppiede per paesaggistica alba/tramonto/notturna
  • Obiettivo grandangolare per paesaggistica
  • Obiettivo tuttofare per reportage, street, ritrattistica ed eventualmente naturalistica
  • Obiettivo (opzionale) mediotele fisso luminoso per ritrattistica
  • Obiettivo (opzionale) tele o supertele fisso o zoom per naturalistica e ritrattistica
  • Filtro ND (opzionale) per obiettivo grandangolare per fotografie a lunga esposizione
  • Chiavetta USB (opzionale) per salvare eventualmente i files postprodotti insieme.

 

Quota di partecipazione in doppia MINIMO 6 PERSONE: 1300 EURO

Supplementi facoltativi:

Camera Singola: Euro 190 per singola

Early check-in la prima notte a Delhi in arrivo: 50 euro per persona

 

I Vostri hotel o similari:

Citta’ Hotel Notti Categoria
Delhi The Suryaa 1 5*
Mandawa Desert&dunes 1 4*
Bikaner Maharaja Ganga Mahal 1 Heritage
Jodhpur Marugarh 1 4*
Jaipur Ramada 2 4*
Agra Fourpoints by Sheraton 1 4* Superiore
Delhi Vivanta by TajDwarka 1 5*

 

LE QUOTE COMPRENDONO:

– Tutti i trasferimenti da/per aeroporti in India con mezzo privato

– Sistemazione in camera tripla per 08 (otto) negli alberghi indicati o similari;

– Trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena)

– Escursione a dorso d’elefante per la salita al Forte Amber

– ACCOMPAGNATORE LOCALE PARLANTE – Visite ed escursioni come da programma;
– ACCOMPAGNATORE FOTOGRAFO nella persona di ANTONIO DE STEFANO;
-workshop di fotografia:
GUIDA STORICA / ACCOMPAGNATORE in italiano;
– Visite ed escursioni come da programma;
– Assistenza in Italiano 24 su 24, 7 giorni su 7;
– Acqua minerale a bordo del veicolo durante il viaggio;

– Tutte le tasse governative attuali.
LE QUOTE NON COMPRENDONO:

-Volo per Delhi i di andata e ritorno;

-Visto d’ingresso in India on line ca 50 euro

– Spese da pagare ai monumenti per poter fotografare/filmare;

– Mance ed extra di carattere personale;

– Tutto quanto NON espressamente indicato.

 

Antonio si racconta…

La passione per la fotografia è sempre stata molto presente nella mia vita, quello di cui necessitavo era uno stimolo per buttarmici dentro in maniera “seria”.

Questo stimolo è arrivato all’improvviso durante e dopo il viaggio fatto nel 2011 negli States, nel fantastico parco di Yosemite, uno dei più antichi baluardi dell’amore e del rispetto per la natura (in tutte le sue forme) al mondo.

In questo viaggio le meraviglie che il nostro pianeta giorno per giorno tenta di custodire con le unghie e con i denti e che (spesso inconsapevolmente) abbiamo il privilegio di poter ammirare mi si sono mostrate in maniera prepotente, al punto che ho deciso che non era più possibile guardarle e basta…dovevo assolutamente fare qualcosa per conservarne una traccia.

Da qui alla reflex con un armamentario variopinto di obiettivi (dai grandangoli ai macro, ai tele per ritratti e fauna, a vecchi e splendidi cimeli funzionanti solo in manuale fino ai telescopi per fotografia astronomica) il passo è stato breve.

L’interesse per la fotografia a tutto tondo ha preso pienamente forma e, sebbene la mia passione principale è e rimane la fotografia di paesaggio e naturalistica, ho iniziato ad esplorare tutte le diverse sfaccettature di questo favoloso mezzo di comunicazione di cui disponiamo, aiutato anche in questo dallo sviluppo della tecnologia digitale che ha reso il tutto molto più accessibile e meno dispendioso.

Questo grosso sasso su cui vorticosamente giriamo è uno scrigno che contiene una quantità infinita di tesori, e uno dei modi migliori per poterlo aprire e sbirciarci dentro senza danneggiarlo è attraverso la lente di una fotocamera.

Antonio De Stefano vive a lavora a Potenza.
La foto,a cui è affezionatissimo, lo ritrae davanti al  Grizzly Giant di Yosemite, probabilmente l’essere vivente più anziano del pianeta.

 

Sotto alcuni dei scuoi scatti in giro per il mondo.

 

 

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop


Effettuando l'invio di questa richiesta si intende accettata la nostra informativa sulla privacy