Viaggio scoperta lungo le rotte della Via della Seta cinese, un itinerario molto poco battuto dal turismo occidentale, ma sicuramente di enorme fascino. Il percorso prende il via da Pechino, con la visita dei monumenti più importanti della capitale, prosegue verso Xian e si snoda  attraverso panorami di montagne innevate, deserti riarsi dal sole,  laghi magnifici  e praterie, alla scoperta di favolosi templi, grotte buddhiste, fortificazioni, oasi, fino al  Turkestan cinese, il Xinjiang e a Kashgar.  Un viaggio per intenditori e appassionati dei viaggi autentici. Hotel di 4 e 5 stelle  Guide in lingua inglese. Viaggio accompagnato da Giancarlo Pagliero, orientalista.

 

1° Giorno: ITALIA – PECHINO
Partenza dagli aeroporti italiani per Pechino. Pasti e pernottamento a bordo

2° Giorno: PECHINO

Arrivo a Pechino, disbrigo formalità d’ingresso nel Paese, incontro con la vs guida e trasferimento in hotel.  Tempo libero. Cena in hotel. Pernottamento.

3° Giorno:  PECHINO

Prima colazione in hotel. In mattinata  visita al Tempio del Cielo, il luogo  dove l’imperatore si recava ogni solstizio d’inverno per adorare il Cielo e a pregare solennemente per ottenere un buon raccolto. L’architettura del tempio riflette le leggi cosmiche mistiche secondo le quali il tempio si trovava al centro dell’universo.

In seguito partenza per l’escursione alla Grande Mauraglia a Mutianyu (con funivia andata e ritorno. Vi sono due seggiovie e quattro ovovie a disposizione dei turisti per salire e scendere dalla montagna )

 

Questo tratto di Muraglia è meno affollata rispetto a Badaling e presenta caratteristiche architettoniche più interessanti grazie al maggior numero di torri di guardia. Le mura sono state completamente restaurate e le sue 22 torri sono state ricostruite seguendo rigorosamente l’ originale.
Rientro a Pechino. Cena libera. Pernottamento.

4° Giorno:  PECHINO 

Prima colazione in hotel. In mattinata visita alla Piazza Tiananmen, la più grande piazza al mondo che, con i suoi 440.000 metri quadrati, può ospitare circa un  milione di persone per pubbliche celebrazioni o raduni. Visita alla Citta’ Proibita e al Parco Jingshan. La Città Proibita, situata nel cuore di Pechino, ospitò 24 imperatori delle dinastie Ming (1368–1644) e  copre un’area di circa 72 ettari con una superficie totale di circa 150.000 metri quadrati. E’ costituita da 90 palazzi e cortili, 980 edifici e 8.704 stanze. La sua eccezionale estensione rappresentava la forza suprema dell’imperatore conferitagli da Dio, e significava che il luogo in cui viveva era il centro del mondo.

La città è recintata da 10 metri di  cinta muraria e rappresenta sicuramente una della visita più interessanti della capitale cinese. Pranzo incluso in ristorante locale. Nel pomeriggio escursione in rishow negli Hutong, la vecchia Pechino. Gli hutong  sono, vicoli o viuzze formate da linee di siheyuan (un complesso di case attorno ad un cortile) nelle quali vivevano gli antichi abitanti di Pechino.

 

Oggi molte case sono state abbattute per far posto a nuovi moderni edifici, nell’ottica del progetto della Nuova Cina moderna, uno dei Paesi con il Pil più altro al mondo e tuttavia ancora pena di contrasti stridenti. L’escursione comprende la visita della la Torre della Campana e la Torre del Tamburo. Rientro in hotel .Cena libera.

5° Giorno:   PECHINO / XI’AN

Prima colazione. Al mattino visita del Tempio di Lama. Dopo la visita trasferimento in aeroporto e partenza in volo per Xi’an. Arrivo e trasferimento in hotel. Cena in hotel. Pernottamento.

6° Giorno:   XI’AN

Prima colazione quindi partenza per Lintong per la visita all’Esercito della Terracotta, l’ insieme di statue collocato nel Mausoleo del primo imperatore Qin a Xi’an. Si tratta di un esercito simbolico, destinato a servire il primo imperatore cinese Qin Shi Huang (260 a.C. – 210 a.C.) nell’Aldilà.

 

 

Nel 1987 il mausoleo dell’imperatore Qin Shi Huang, di cui l’esercito di terracotta fa parte, è stato inserito nell’elenco dei  patrimoni dell’umanità  dell’UNESCO.  Rientro a Xian per il pranzo incluso. Nel pomeriggio visita della città:  la Grande Pagoda dell’Oca Selvatica e del quartiere circostante. Al termine delle visite rientro in hotel Cena libera. Pernottamento.

 

7° Giorno: XI’AN  

Prima colazione. Visita al Museo della Storia, il quartiere Musulmano ed il suo mercato. La moschea è una combinazione di architettura cinese e islamica. I suoi cortili sono allineati  da est a ovest in direzione della Mecca. Il mercato, che si trova tutto attorno alle stette viuzze, è diventato oggi piuttosto turistico, eppure conserva un suo fascino particolare e, con un po’ di pazienza, è possibile trovare ancora oggetti gradevoli. Visita delle Mura della  Citta’ Antica.
Rientro in hotel. Cena libera. Pernottamento.

8° Giorno:  XI’AN / DUNHUANG

Pensione completa.
Prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza in volo per Dunhuang.
All’arrivo trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante locale. In seguito visita alla Fontana di Luna Crescente.

 

Si tratta di un’oasi nel deserto il cui nome deriva dalla forma di mezzaluna del lago formato dal acqua di sorgente tra due enormi dune di sabbia. Anche se la zona è molto secca, il lago non si prosciuga mai. Escursione a dorso di cammello. La cosa senza’ altro più spettacolare è il paesaggio da cartolina, dove le dune gialle  si stagliano sul cielo blu. Si dice che le dune emettano un suono particolare e per questo motivo vengono anche chiamate dune cantanti.  La più alta raggiunge i 1775 metri e il vento che passa tra la sabbia genera un suono proprio. Al termine delle visite rientro in hotel.  Cena e pernottamento.

9° Giorno:  DUNHUANG

Pensione completa.
Prima colazione quindi partenza per l’escursione al Passo Yumenguan.  Il passo i trova nel Villagio Nanhu, lungo il Corridoio Hexi e 43 km a sud ovest dalla città Dunhuang nella provincia di Gansu.  In tempi antichi attraverso questo passo correva la Via della Seta, ed era una delle strade che univano Cina ed Asia centrale, un tempo chiamata “Territori Occidentali”. Visita  al parco geologico di Yadan, e visita della  Grande Muraglia della dinastia Han.

Cena e pernottamento.

10° Giorno:  DUNHUANG / TURPAN

Prima colazione. Al mattino visita alle Grotte Mogao. Le grotte sono il più grande tesoro di arte buddista. E anche il meglio conservato. Le Grotte di Mogao  sono conosciute anche come le Grotte dei diecimila Buddha. L’origine di queste imponenti grotte affonda le radici nella leggenda: nel 366 il monaco buddista Lezun ebbe la visione di mille Buddha e convinse un ricco pellegrino della Via della Seta a fondare un monastero proprio sul luogo dell’apparizione. Molti mecenati e commercianti contribuirono negli anni all’apertura di nuove grotte. E i templi sono man mano aumentati, arrivando a sfiorare le mille costruzioni votive, edificate fra il IV e il XVI secolo.

 

Le imponenti strutture celano al loro interno trenta chilometri di pitture murali e migliaia di sculture, fra cui 200 statue del Buddha in argilla. Nel 1900 venne addirittura scoperta una stanza segreta, una biblioteca murata, contenente più di 40 mila manoscritti di valore inestimabile, fra cui testi canonici originali buddhisti, taoisti e confuciani. Questi cimeli che sono stati in gran parte trafugati, e oggi si trovano sparsi nei musei di tutto il mondo.   Pranzo incluso in ristorante.
Nel pomeriggio trasferimento alla stazione e partenza in treno veloce per Turpan. Arrivo e trasferimento  in hotel. Cena libera. Pernottamento.

11° Giorno:   TURPAN

Pensione completa.
Prima colazione. In mattinata  visita al  Minareto di Suleiman, la Grotta dei Mille Buddha a  Bizaklik e del Pozzo Karez.  Il luogo è noto per essere il posto più caldo in Cina. In estate, la temperatura di Turpan a volte arriva a 45℃. Dato che piove raramente, e per via del clima  molto secco, le costruzioni della città antica  e i minareti sono conservati molto bene. Le grotte dei mille Buddha di Bizaklik sono un complesso di grotte buddhiste datate dal V al IX secolo, situate tra le città di Turpan e Shanshan (Loulan) a nord-est del deserto di Taklamakan. Si trovano vicino alle antiche rovine di Gaochang nella valle Mutou, una gola delle Montagne Fiammeggianti, situate  sulle ripide pareti occidentali valle del Mutou.

Nel sito vi sono 77 grotte scavate nella pietra. Molte hanno forme rettangolari con soffitti ad archi tondeggianti e sono spesso divise in quattro parti, ognuna con un affresco raffigurante il Buddha. Alcuni soffitti sono dipinti con un Buddha circondato da altre figure, tra cui indiani, persiani ed europei, a testimonianza di quella che fu la Via della Seta.La qualità delle pitture varia arrivando ad un livello incredibile di arte religiosa. La popolazione di questa zona della Cina è del tutto diversa.

Gli Uiguri sono un popolo misto che parlano una lingua che è legata la turco. Una cosa interessante sugli uiguri di Xinjiang è che un alto percentuale di loro hanno più di 100 anni rispetto ai resti della popolazione cinese. Sono di religione musulmana. Una curiosità è il fatto che, questa zona del Paese, conta il numero maggiore di centenari. Probabilmente è una questione legata al cibo e al clima. In questa zona, nonostante il clima secco, si consumano molta frutta e verdura e pochissima carne. Pranzo in ristorante. In seguito visita all’ Antica citta’ di Jiaohe. Jiaohe (nota anche come Yarkhoto) si trova su di un altopiano nella valle del fiume Yarnaz, circa 10km ad ovest di Turpan, e dagli studi fatti sembra essere stata uno dei primi insediamenti umani nella regione. La natura del luogo ne fece una fortezza naturale e, dal 108 a.c. al 450 d.c., Jiahoe fu la capitale del Regno di Jushi, uno dei molteplici regni e imperi che costellano la storia dello Xinjiang.

In seguito visse vicende alterne, diventando parte dell’Impero dei Tang, poi appartenendo al Regno degli Uiguri per essere quindi conquistata dai Kirghisi. Ma la fine venne nel XIII sec.  venne abbandonata dopo essere stata distrutta a seguito dell’invasione dei mongoli guidati dallo stesso Gengis Khan. Oggi Jiaohe è tra le rovine di città fortificate più grandi (arrivò ad avere 6500 abitanti) e antiche (venne fondata circa 1600 anni fa) al mondo. Rientro in hotel.

Cena e pernottamento.

12° Giorno:  TURPAN / URUMQI

Pensione completa.
Prima colazione. Al mattino partenza in pullman privato  per Urumqi.  La città rappresenta la città più lontana dal mare al mondo e per questo è annoverata nel Guinness dei Primati. Nonostante questo quadro morfologico possa indurre a giudicare male la città, una volta giunti a destinazione molti visitatori rimangono sorpresi di imbattersi in una città moderna e allo stesso tempo affascinante, in cui convivono realtà molto diverse tra loro. Urumqui è un nome di origine mongola che allude a un luogo di fertili terre da pascolo, un’oasi, insomma. Tuttavia, l’atmosfera bucolica è ormai un lontano ricordo per questa città vivace e trafficata che, a partire dalla fine degli anni ’90, ha conosciuto uno sviluppo straordinario, dovuto in gran parte agli incentivi offerti dal governo cinese che ha voluto rafforzarne il ruolo di bastione strategico ed economico per la Cina occidentale. La quantità di grattacieli non è certo paragonabile a quella delle megalopoli orientali, ma la città vanta un’economia vivacissima e si sta rapidamente affermando come uno dei principali centri urbani dell’Asia centrale. E tuttavia esistono ancora luoghi con una loro propria caratteristica definita come il  Mercato  Erdaoqiao.  il bazaar è il più grande a Urumqi.

Troverete un vivace mercato pieno di frutta, abbigliamento, artigianato, coltelli, tappeti e quasi tutto ciò che si può immaginare.  Visita del Museo dello  Xinjiang. Il Museo possiede collezioni di opere d’argento di arte, stele di pietra, monete e valuta, ceramiche, articoli in legno e dipinti. Uno dei punti forti è la collezione di mummie molto ben conservate di 4.000 anni  fa,  rinvenute  lungo la Via della Seta.  Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in hotel.

13° Giorno:   URUMQI / KASHGAR

Pensione completa.
Prima colazione. Al mattino escursione al Heavenly Lake. Si tratta di  un bellissimo blu lago di montagna. L’acqua del lago , di colore blu, contrasta  con le ripide colline boscose e cime innevate.

 

Pranzo in ristorante in corso di escursione. In seguito  trasferimento in aeroporto e partenza in volo per Kashgar. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

Pensione completa.

Prima colazione quindi visita della città vera e propria:  Zhiren Street, la moschea Kah  ed il famoso  bazaar Pranzo in ristorante incluso. Cena e pernottamento

 

14° Giorno:   KASHGAR

Pensione completa.
Prima colazione. Kashgar, una delle oasi più importanti sull’antica Via della Seta, è situata all’estremo ovest della provincia dello Xinjiang, tra il deserto del Taklamakan e il confine con il Tajikistan e lo Kyrgyzstan. Anche se oggi ha più di 400,000 abitanti e i suoi quartieri più nuovi sono indistinguibili da quelli di qualunque altra città cinese, Kashgar possiede uno dei centri città tradizionali islamici meglio preservati dell’Asia centrale. Più vicina a Baghdad di quanto non lo sia a Pechino, Kashgar,conserva tutt’oggi un’atmosfera esotica ben diversa da quella respirabile nelle città della Cina orientale. Qui l’etnia han (quella cinese doc) – che nel resto del paese conta per il 92% del totale – rappresenta appena il 43%, mentre buona parte dei residenti appartengono alla minoranza islamica turcofona degli uiguri o ad altri gruppi centroasiatici, soprattutto kirghisi, kazaki e uzbeki.
La strada del Karakorum la collega al Pakistan attraversando il passo Khunjerab Attraverso il passo Torugart (3.752 m) e il passo di Irkeštam si raggiunge invece il Kirghizistan rispettivamente nel Sud e nel Sudovest del Paese (verso Biškek o verso Oš). Attraverso il passo Kulma infine (chiuso al turismo internazionale) si passa in Tagikistan valicando il Pamir. Possedendo la Cina un unico fuso orario, centrato approssimativamente su Pechino, a Kashgar il sole raggiunge il massimo della sua elevazione intorno alle ore 15. Ciò fa sì che, pur godendo la città di un numero di variazione di ore di luce nel corso dell’anno tipico di una latitudine della fascia temperata (a titolo di paragone, si trova all’incirca sullo stesso parallelo di Cosenza), gli orari di alba e tramonto siano alquanto insoliti: per esempio, nel periodo natalizio, il sole sorge intorno alle 10:15, ma tramonta solo poco prima delle 19:45. Vicino al solstizio d’estate, invece, l’alba avviene soltanto alle 7:30, ma il crepuscolo si verifica alle 22:30.
Vosita del   Lago Kalakuli. Intera giornata di escursione. Pranzo incluso. Al termine rientro in hotel a Kashgar per la cena ed il pernottamento.

 

15° Giorno: KASHGAR 

Pensione completa.
Prima colazione quindi visita della città vera e propria:  Zhiren Street, la moschea Kah  ed il famoso  bazaar Pranzo in ristorante incluso. Cena e pernottamento

16° Giorno:  KSHGAR / SHANGHAI

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto e partenza in volo per shanghai.

Pranzo libero. Arrivo e trasferimento all’hotel. Giornata libera per attività indiduali. Cena libera. Pernottamento.

 

17° Giorno:  SHANGHAI

Prima colazione. Conosciuta come “la perla d’Oriente’, Shanghai è la maggiore metropoli economica della Cina ed una delle moderne metropoli internazionali.

Alcune attrazioni turistiche moderne come la Torre della televisione Perla d’Oriente, il Museo di Shanghai e il grande Teatro, il Mondo del Circo, il grattacielo Jinmao, il treno a levitazione magnetica, nonché alcuni eventi quali il Festival Internazionale del Turismo e il Festival Internazionale d’Arte, stanno continuando ad attrarre un numero crescente di visitatori cinesi e stranieri.

I maestosi edifici lungo il Bund, edificati principalmente fra il 1873 e il 1937 sono considerati la cristallizzazione dell’architettura moderna, nonché sunto dello sviluppo della città negli ultimi 100 anni.

Visita della città: il Bund,via Nanchino,  il Giardino  Yuyuan e il quartiere  Xintiandi. Pranzo incluso in corso di visite.

Cena libera. Pernottamento.

 

18° Giorno:   SHANGHAI / ITALIA

Prima colazione ( a seconda dell’operativo aereo del volo di rientro). Trasferimento all’aeroporto e partenza con volo per Italia. Arrivo in serata.

QUOTA INDIVIDUALE di PARTECIPAZIONE

in camera doppia
su base 8 persone:  3810 euro
su base 10 persone: 3265
Supplemento singola: 780 euro

Trasferimenti privati aeroporto / hotel a Pechino e hotel/ aeroporto a Shanghai in caso di voli diversi da quelli del gruppo: 79 euro per persona

 

I vostri hotel o similari

Pechino / 4* Jianguo Hotel o similare

Xi’an / 5* Howard Johnson Plaza o similare

Dunhuang / 4* Shuangye Hotel o similare

Turpan / 4* Shuangcheng Hotel o similare

Urumqi / 4* Xiyu International Hotel o similare

Kashgar / 4* Qinibagh Hotel o similare

Shanghai/ 4* Merry Hotel o similare

LA QUOTA COMPRENDE:

-tour come da programma
-tutti i trasferimenti
-sistemazione in camera doppia in hotel 4 / 5 stelle
-tutti I pasti come da programma ( incluso 1 soft drink )
-tutti I voli interni con relative tasse aeroportuali
-guide in lingua inglese
-accompagnatore/guida storica dall’Italia, Sig- Giancarlo Pagliero
LA QUOTA NON COMPRENDE:

– il volo dall’ Italia
-il visto Cina da chiedere preventivamente in Italia
– I pasti non menzionati e le bevande ai pasti
– mance ed extra personali in genere

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop