Un viaggio davvero speciale che tocca, oltre alla capitale Phnom Penh e Siem Reap, le mete più note al turismo internazionale, ma anche e soprattutto le località minori del Nord del Paese. Un viaggio per intenditori che intende condurre il viaggiatore alla scoperta reale della vita della popolazione, della grande Storia e della cultura di una Paese meraviglioso.

Templi antichissimi, foreste lussureggianti, paesaggi mozzafiato, un percorso che vi condurrà dalla città al mare e dal mare alla foresta, in un susseguirsi crescente di emozioni. Mezzi privati, guide locali in lingua inglese. Viaggio condotto da Giancarlo Pagliero, orientalista esperto.

 

Programma di viaggio

 

1° Giorno, 3 febbraio: ITALIA – PHNOM PENH
Partenza con volo di linea dall’Italia. Scalo intermedio. Pasti e pernottamento a bordo:

2° Giorno, 4 febbraio: PHNOM PENH
 Arrivo all’aeroporto internazionale di Phnom Penh, incontro con ns agente e trasferimento in hotel per il riposo. Nel tardo pomeriggio benvenuto  bordo della mini crociera lungo il fiume Mekong dove sarà servito un aperitivo e a seguire la cena. Il battello effettuerà una crociera di due ore , dal Ponte giapponese, fino all’isola di Kok Pich.

Pernottamento in hotel.

3° Giorno, 5 febbraio: PHNOM PENH
Prima colazione ed intera giornata di visite. Per comprendere meglio la storia del Paese visiteremo per primo il Mausoleo del genocidio, detto Toul Sleng ( la prigione S1 ). Prima del regime di Pol Pot il caseggiato ospitava una scuola superiore; in seguito diventò il più grande centro di detenzione e di tortura per gli oppositori del dittatore durante quello che viene chiamato il periodo degli Khmer Rossi. Proseguiremo oer i cosiddetti  “ kikking fields “ presso Chheung Ek, dove vennero eliminati  20 mila oppositori al regim, inclusi diplomatici stranieri, intellettuali, poeti, ufficiali, ma soprattutto contadini locali, donne e bambini. Pranzo libero.

Nel pomeriggio visita al Palazzo reale, costruito dal re Norodom nel 1866 sulle fondamenta della città vecchia. Il complesso del Palazzo reale è costituito da molti edifici, fra cui la famosa Pagoda d’argento ed il Museo Nazionale, chiamato anche Musee des Beaux Arts, disegnato dall’architetto francese George Groslier, in puro stile khmer nel 1917.


Rientro in hotel. Cena in selezionato ristorante locale dove potrete assaggiare alcune specialità della cucina locale. Pernottamento.

4° Giorno 6 febbraio: PHONOM PENH – KEP
Prima colazione e partenza per Kep ( ca 3 ore ), verso la zona costiera in direzione sud, attraversando un paesaggio rurale d’incomparabile bellezza, fra risaie e villaggi. Kep è  situata a 173 km dalla capitale ed è il secondo più importante mercato del pesce del Paese.

Lungo il percorso visita del tempio pre-angkoriano Phnom Chhngok Cave.

Il tempio, ottimamente conservato, è costituito da una serie di grotte risalenti al VII sec. e dedicate a Shiva, una fra le più importanti divinità induiste. In seguito visiteremo una piantagione dove crescono diversissime specie di pepe, coltivato il maniera organica, imparandone l’uso che i cambogiani ne fanno in cucina, spesso legate a riti sciamanici antichi.

 

In seguito visita la mercato detto Crab Market dove potrete effettuare il pranzo ( libero ).

Sistemazione in hotel a Kep. Tempo libero per una scoperta individuale della città o per un momento relax a bordo piscina.
Cena in ristorante locale. Pernottamento

5° Giorno 7 febbraio: KEP –REAM NATIONAL PARK – SIHANOUKVILLE
Prima colazione e partenza per Sihanoukville ( 125 km ). Lungo il percorso visita al Parco Nazionale di Ream, che abbraccia il litorale del golfo del Siam e comprende 2 isole e 210 kmq di spiagge, di paludi, di mangrovie e di barriere coralline.

Creato nel 1993, questo parco è un vero e proprio rifugio per ogni genere di animale. Numerose specie in via d’estinzione sono presenti, come gli zibetti, ma anche porcospini, marsuini, scimmie, aquile e delfini.

 

La visita verrà effettuata in barca (raggiungendo insenature nascoste nella foresta) con il supporto di un ranger locale. Durante il periodo di effettuazione del viaggio e con un po’ di fortuna è possibile avvistare il delfino di acqua dolce.

 Visita ad un villaggio locale per meglio comprendere la vita degli abitanti del luogo. Pranzo barbeque .Rientro al porto e proseguimento per Sihanoukville. Sistemazione in hotel. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

6° Giorno, 8 febbraio: SIHANOUKVILLE – ISOLA di KOH RONG SAMLOEM
Prima colazione. Con il ns. mezzo partenza per il porto detto Serendipity ed inizio della navigazione. Snack a bordo. Dopo circa 1:30 arrivo all’isola di Koh Thas dove potremo fare il bagno in un’acqua cristallina o snorkeling nel Coral Garden, per ammirarne i fondali ( attrezzatura inclusa ) Pranzo buffet a bordo. Arrivo sull’isola di Koh Rong Samloem.

Con la ns guida effettueremo un breve trekking alla scoperta della jungla, delle cascate e degli splendidi panorami che si godono sull’isola. Chi non desidera partecipare al trekking potrà rilassarsi sulla spiaggia bianchissima.

Rientro a Sihanuokville. Cena e pernottamento

 

7° Giorno: 9 febbraio: SIHANOUKVILLE – TATAI
Prima colazione e partenza per Tatai, nella Provincia di Koh Kong ( 220 km, ca 4 ore ). In seguito, in battello, trasferimento al resort per il pranzo. Nel tardo pomeriggio escursione in barca verso la zona detta dei 4 fiumi, un luogo molto particolare dove questi corsi d’acqua convergono. Da qui potrete ammirare un tramonto spettacolare. Rientro al resort, cena e pernottamento

 8° Giorno: 10 febbraio : TATAI
Prima colazione. Trekking di ca 4 ore sulle colline circostanti fino al punto chiamato “il lago”, un luogo poco battuto dal turismo e sconosciuto ai più. Possibilità di bagnarsi nelle acque cristalline del lago.

Pranzo pic nic fornito dal lodge- Proseguimento verso le cascate Tatai. Una barca sarà ad attenderci con bevande a bordo. Rientro al lodge. Cena e pernottamento.
9° Giorno: 11 febbraio: TATAI- BATTAMBANG
Prima colazione e partenza dal resort in battello, arrivo sulla terraferma e proseguimento per Battambang  ( ca 6 ore ). Pranzo incluso in corso d’escursione.

Arrivo a Battambang attraverso paesaggi indimenticabili, fra foreste pluviali, risaie e altipiani. Sistememazione in hotel. Cena e pernottamento.

10° Giorno: 12 febbraio: BATTAMBANG
Prima colazione e  a seguire escursione in tuck tuck per scoprire la vita vera della città e dei suoi abitanti che si dedicano soprattutto alla produzione di manufatti realizzati con carta di riso, alla coltivazione della banana, del vino ottenuto dalla fermentazione del riso e del bambù.La città pullula di colorati e affascinanti edifici coloniali che fanno a pugni con gli slanci della modernità, animata da un centro dinamico e rumoroso, un bel lungofiume e un vivace mercato, con appena fuori campagne ammantate di verde e punteggiate di templi e colline.

Templi come il Phnom Banan, da raggiungere dopo una faticosa ascesa lungo i suoi 358 gradoni, il caratteristico Wat Ek Phnom, circondato da ruderi e da un antico baray (il tipico bacino idrico di stile khmer), e il Phnom Sanpeu, bellissimo nei suoi colori sgargianti. Visita ad una scuola locale.

Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio escursione sul treno di bambù. Può sembrare una trovata turistica, ma è qualcosa che va al di là. Chiamato norry in lingua khmer, il treno di bambù è uno speciale mezzo di locomozione inizialmente impiegato nelle operazioni militari legate alla guerra civile che sconvolse il paese negli anni ’80; ben presto cominciarono a servirsene anche i contadini per trasferire le merci da Battambang verso Phonom Penh lungo un percorso di 350 km.

Oggi il bamboo train non è più così utilizzato come un tempo per il trasporto delle merci, ma è diventato l’attrazione principale di Battambang. In realtà del treno (come lo intendiamo noi) ha ben poco: il treno di bambù non è altro che un’intelaiatura di legno ricoperta di stecche di bambù collegata a due rulli che scorrono su rotaia e azionato da un motore a benzina. Il trenino corre per qualche chilometro nella campagna, tra i campi e la vegetazione spontanea. Alla stazione di arrivo del trenino troverete bancarelle di souvenir, un paio di ristoranti e venditori di bibite. La sosta dura circa una mezzora, dopo di che si torna indietro ripercorrendo lo stesso tragitto dell’andata.

Di anno in anno si rincorrono voci secondo le quali il treno di bambù è destinato a essere abbandonato del tutto, in vista dei miglioramenti della linea ferroviaria Phnom Penh-Poipet. Se passate da Battambang e il treno di bambù vi incuriosisce, approfittatene ora, presto potrebbe essere solo un ricordo della Cambogia di un tempo.
In seguito proseguimento a Phnom Sampov – un sito religioso importante conosciuto in tutta la Cambogia. Phnom Sampov è una sorprendente montagna di calcare situata sulla strada per Pailin, ci rca 12 km da Battambang. La vista panoramica dalla cima è davvero mozzafiato.

Rientro a Battambang. Cena in ristorante e pernottamento.

11° Giorno: 13 febbraio: BATTAMBANG-SIEM REAP
Prima colazione e partenza per Siem Reap ( ca 3 ore ). Lungo il percorso sosta all’Artisan d’Angkor, il luogo dove gli artigiani della seta mostrano i loro straordinari manufatti illustrando l’intero processo , baco al prodotto finito. Pranzo libero. Arrivo a Siem Reap e sistemazione in hotel. Tempo libero per una scoperta individuale della cittadina con il vs accompagnatore.

Cena libera in uno dei tenti localini di Siem Reap. Rientro in hotel per il pernottamento.

12° Giorno: 14 febbraio. SIEM REAP – ANGKOR VAT
Prima colazione. A bordo di un tuk tuk, per meglio apprezzare il panorama che ci circonda, ci sposteremo al Tempio di Ta Prohm, le cui rovine sono circondate da enormi radici che conferiscono al sito un aspetto tutto particolare.

Visita della Porta del Sud con le sue enormi statue che raffigurano la zangolatura dell’oceano di latte, il Tempio di Bayon – unico per le sue 54 torri decorate con oltri 200 volti sorridenti di Avolokitesvara, il Phinmeanakas, la Corte reale, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso.Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio continuate a visitare il più famoso di tutti i templi sulla piana di Angkor: Angkor Wat. Il complesso del tempio copre 81 ettari ed è paragonabile per dimensioni al Palazzo Imperiale di Pechino.

Le sue cinque torri sono blasonate sulla bandiera cambogiana ed il capolavoro del XII secolo è considerato dagli storici dell’arte per essere il primo esempio d’arte classica e dell’architettura khmer. Godetevi il tramonto meraviglioso dalla cima della collina di Phnom Bakheng.

Cena libera. Pernottamento.
13° Giorno: 15 febbraio: SIEM REAP- BENG MALEA o IL TEMPIO REMOTO – BANTEAY SREI- SIEM REAP
Prima colazione e partenza per il tempio Beng Malea, situato a 65 km da Siem Reap. Il tempio fu costruito nel XII sec. durante il regno di Suryavarmar II. Anche se ancora poco conosciuto, il Beng Mealea è uno dei più grandiosi templi cambogiani, ancora avviluppato dall’inestricabile vegetazione tropicale. Riportato alla luce poco più di un secolo fa nella foresta ai piedi del Phnom Kulen, per dimensioni è secondo soltanto all’Angkor Wat.

Fino a pochi anni fa arrivarci era un’impresa, per questo ha mantenuto un’atmosfera misteriosa, quasi sinistra, anche per via del labirinto di cunicoli e gallerie sotterranee che portano ad ambienti ancora inesplorati, disseminati di statue originali dell’epoca. Eppure le possenti mura (in parte crollate) fanno pensare a un passato di grande prosperità. Ma cosa ci faceva un tempio di questa importanza immerso nella foresta, nel mezzo del nulla? In realtà era un punto di sosta per i pellegrini e i viandanti che da Angkor erano diretti a nord, verso Koh Ker. Essendo più lontano e isolato rispetto agli altri templi, rimane fuori dal circuito più turistico e può offrire un’esperienza decisamente più autentica. Più solitaria. Più intima. Pranzo in ristorante locale.

In seguito visita del Tempio  di Banteay Srei  dove è custodito uno dei gioielli più straordinari dell’arte khmer. Costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d’arenaria rosa, il cui nome significa “La cittadella delle donne”, contiene capolavori di scultura ancora in buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all’inizio del XX secolo grazie al ritrovamento di alcune teste di apsara che sono state restituite nel 1923.

dove è custodito uno dei gioielli più straordinari dell’arte khmer. Costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d’arenaria rosa, il cui nome significa “La cittadella delle donne”, contiene capolavori di scultura ancora in buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all’inizio del XX secolo grazie al ritrovamento di alcune teste di apsara che sono state restituite nel 1923.

Dopo la visita rientro a Siem Reap. In serata cena di arrivederci al rinomato ristorante Chef’s d’Angkor. Pernottamento

14° Giorno: 16 febbraio: SIEM REAP – volo di rientro
Prima colazione. Tempo a disposizione per il relax, gli ultimi acquisti o per eventuali visite individuali. Pranzo libero. In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo di rientro

15° Giorno: 17 febbraio: ITALIA
Arrivo  presso gli aeroporti di origine in mattinata.

Fine dei nostri servizi

I vostri hotelo similari

CitiesHotel NameRoom Type
Phnom PenhThe Frangipani Royal Palace Hotel 4 STAR

www.frangipanihotel.com

Deluxe
KepThe Samanea Resort  3.5 STAR

www.samanea-resort.com

Deluxe
SihanoukvilleMary Beach Hotel & Resort 4 STAR

www.mary-hotel.com

Deluxe Poolview
TataiRainbow Lodge 3.5 STAR

www.rainbowlodgecambodia.com

Standard
BattambangBattambang Resort 3.5 STAR

www.battambangresort.com

Garden
Siem ReapSaem Siem Reap Hotel 4 STAR

www.saemsiemreaphotel.com

Deluxe

 

 

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE minimo 6 partecipanti
in camera doppia: 1900  euro

 

Suppl. camera singola: 490 euro

 

LA QUOTA COMPRENDE

 

  • Tutti i trasferimenti privati
  • Minivan con aria condizionata per tutta la durata del tou
    Sistemazione negli hotel menzionati o similar
  • Pasti come da programma ( bevande escluse )
  • Tutti gli ingressi ai siti, palazzi ecc
  • Escursione in battello nel Ream National Park e tutte le escursioni in battello citate
    Intera giornata d’escursione a Koh Rong Samloem

Tutte le tasse governative

  • Acqua minerale e salviette rinfrescanti a bordo mezzo

 

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Il volo dall’Italia
  • Il visto d’ingresso pari a US$ 30 per persona ottenibile in arrive a Phnom Penh
  • Spese personali in genere
  • Le bavande ai pasti
  • Early check e late check out
  • Mance al personale locale

 

Per richiedermi informazioni, preventivi, dettagli su questo o su altri viaggi potete scrivermi utilizzando la form sottostante o contattarmi via mail, telefono o skype.

Posta elettronica: giancarlo.pagliero@libero.it
Telefono: 345 6705489 (da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 20:00 – Sabato su appuntamento telefonico)
Skype: giancarlop


Effettuando l'invio di questa richiesta si intende accettata la nostra informativa sulla privacy